"Detenzione di sostanze stupefacenti e furto aggravato", tre tunisini in manette

I fermati sono stati accompagnati al carcere "Di Lorenzo" di contrada Petrusa

Tre cittadini tunisini sono stati tratti in arresto dalla polizia di stato per una serie di reati commessi sul territorio italiano. Secondo quanto fatto sapere dalla questura di Agrigento, i tre sono resi responsabili a vario titolo di produzione, traffico, detenzione illecita di sostanze stupefacenti e furto aggravato e danneggiamento e rifiuto di fornire le proprie generalità. Il terzo soggetto, invece, nonostante fosse destinatario di un provvedimento di di espulsione, era rientrato in Italia entro tre anni dall’effettivo rimpatrio.

Dopo le formalità di rito i poliziotti della Squadra Mobile hanno accompagnato  i tunisini al carcere "Pasquale Di Lorenzo" di Agrigento.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus: la Sicilia diventa zona gialla, Musumeci: "Non è un liberi tutti"

  • Focolaio di coronavirus in casa di riposo, oltre 50 i positivi: Campobello è a rischio "zona rossa"

  • Coronavirus e zona "gialla", ecco tutte le regole in vigore da domani

  • L'incubo deviazione è finito: dopo 2 anni e 2 mesi riapre la galleria Spinasanta

  • Coronavirus, 4 morti fra Campobello, Palma e San Biagio: tornano ad aumentare i contagi

  • Coronavirus, il bollettino dell'Asp: 88 nuovi positivi, 6 ricoverati e 2 vittime

Torna su
AgrigentoNotizie è in caricamento