menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

«Dacci 200 euro se rivuoi l'auto», tentata estorsione a 65enne licatese: tre in manette

Tentavano di estorcere 200 euro ad un 65enne licatese per restituire la sua macchina. Due cittadini romeni ed un 50enne gelese arrestati dai carabinieri

Nella serata di ieri i carabinieri della Stazione di Licata e del Nucleo operativo e radiomobile della Compagnia di Licata, hanno arrestato in flagranza di reato Claudio Iannì, 50enne disoccupato gelese, Andrei Stirbu, 27enne cittadino romeno residente a Gela e Renata Paun, 46enne bracciante agricola, cittadina romena. I tre, già noti alle forze dell'ordine, si sarebbero resi responsabili del reato di tentata estorsione aggravata in concorso.

In particolare i militari dell’Arma, hanno rintracciato e bloccato i tre nell’atto di ricevere da un 65enne licatese la somma di 200 euro richiestagli per la restituzione della propria autovettura, temporaneamente concessa in prestito qualche giorno fa alla donna.

A quel punto sono intervenuti i carabinieri che, dopo aver fermato i tre, hanno ritrovato l’autovettura in un’officina meccanica. Gli arrestati, espletate le formalità di rito, sono stati condotti nelle rispettive abitazioni in regime di arresti domiciliari, così come disposto dalla competente Autorità giudiziaria, in attesa dell’udienza di convalida.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Salute

Coronavirus: è arrivato lo spray nasale che aiuta a proteggersi

Attualità

Un aiuto per i più deboli: la Brigata “Aosta” dona beni di prima necessità

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

AgrigentoNotizie è in caricamento