Non evase dai domiciliari, solo non poteva rientrare in casa: assolto

Gaspare Volpe, datore di lavoro di Gessica Lattuca, sparita da quasi un anno, era accusato di aver violato la misura cautelare

Il tribunale

Era agli arresti domiciliari, ma rimase fuori casa perché qualcuno aveva cambaito la serratura mentre lui si trovava in carcere. Per questo motivo un favarese, Gaspare Volpe, è stato assolto per l'accusa di evasione. La vicenda è raccontata dal quotidiano La Sicilia in edicola oggi.

L'uomo, noto anche per essere stato il datore di lavoro di Gessica Lattuca, la giovane mamma favarese scomparsa nel nulla ormai un anno fa, di ritorno alla propria abitazione dalla casa circondariale di contrada "Petrusa" si trovò infatti nell'impossibilità di ritornare a casa perché qualcuno aveva cambiato la toppa della porta. Volpe rimase fuori tutta la notte finché non venne individuato dai carabinieri.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Mafia, traffico di droga e politica: scatta l'operazione "Oro bianco": 12 arresti, ecco i nomi

  • Il Coronavirus fa paura: Licata +26 contagiati, altri 30 positivi a Ravanusa, 10 a Favara, 9 a Montevago e 7 a Sambuca

  • Fiumi di droga, estorsioni, minacce e il "braccetto" con la politica: ecco i dettagli dell'operazione "Oro bianco"

  • Scontro fra due auto nella zona industriale, muore impiegata 62enne

  • Coronavirus, quasi duemila contagi in 24 ore (+79 in provincia): la Sicilia presto sarà "zona rossa"

  • Rimorchio si sgancia da tir e travolge auto: due feriti, uno in gravi condizioni

Torna su
AgrigentoNotizie è in caricamento