Cronaca

Rapinarono e violentarono prostituta, ai domiciliari i fratelli Fragapane

Stefano e Roberto Fragapane, arrestati nel settembre del 2013 dopo aver rapinato e violentato una prostituta ad Agrigento, erano stati già condannati in primo grado a 6 anni di reclusione. A difenderli sono gli avvocati Daniele Re e Davide Casà

Il giudice per le indagini preliminari del Tribunale di Agrigento, Stefano Zammuto, ha concesso gli arresti domiciliari ai fratelli Stefano e Roberto Fragapane, arrestati nel settembre del 2013 dopo aver rapinato e violentato una prostituta ad Agrigento.

Il giudice, accogliendo Roberto Fragapane quindi le istanze dei difensori Daniele Re e Davide Casà, ha concesso la misura cautelari degli arresti domiciliari ai due fratelli, già condannati in primo grado a 6 anni di reclusione.

I fratelli Fragapane, insieme ad un terzo soggetto di Palermo, erano stati notati da due poliziotti davanti ad un "compro oro"; uno di loro si era dato alla fuga, gettando via un Stefano Fragapane sacchetto pieno di gioielli. La quasi contemporanea denuncia da parte di una prostituta colombiana, che era finita in ospedale dopo una rapina, ha incastrato i tre giovani.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Rapinarono e violentarono prostituta, ai domiciliari i fratelli Fragapane

AgrigentoNotizie è in caricamento