Cronaca

Arresti all'Agenzia delle entrate, Fattori (ProAg): «Educare la gente al rispetto di Stato e legge»

«Dopo la recente vergogna delle 104 e di gettonopoli, ancora una volta la nostra provincia sale alla ribalta delle cronache nazionali per uno scandalo che nuovamente coinvolge dei pubblici funzionari agrigentini, andando così ulteriormente a minare l'immagine dei siciliani», scrive Fattori

«Dopo la recente vergogna delle 104 e di gettonopoli, ancora una volta la nostra provincia sale alla ribalta delle cronache nazionali per uno scandalo che nuovamente coinvolge dei pubblici funzionari agrigentini, andando così ulteriormente a minare l'immagine dei siciliani».

E' quanto afferma Marcello Fattori, presidente di "Progetto Agrigento". «Rimaniamo esterrefatti difronte a tale incresciosa situazione che dimostra disaffezione nei confronti dello Stato e la totale mancanza di valori da parte di persone che sono invece chiamate a servire lo stesso. Viviamo in un'era nella quale gli unici "valori" che contano sono il denaro ed i beni materiali ed è purtroppo in un contesto del genere che vengono a crearsi certi meccanismi mentali che portano alla corruzione, all'egoismo ed alla continua ricerca dell'accrescimento personale utilizzando a tal fine qualsiasi tipo di mezzo. Bisogna prendere coscienza che onde evitare il totale decadimento sociale, è di fondamentale importanza infondere nella popolazione l'educazione civica. Nelle scuole, per le strade, nel web, con qualsiasi mezzo di comunicazione la gente va educata al rispetto degli altri, dello Stato, della legge e dei valori fondamentali, solo così potremo sperare in una società migliore ed evitare nel futuro eventi vergognosi come quelli che hanno coinvolto la nostra provincia negli ultimi anni».


 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Arresti all'Agenzia delle entrate, Fattori (ProAg): «Educare la gente al rispetto di Stato e legge»

AgrigentoNotizie è in caricamento