rotate-mobile
Martedì, 30 Novembre 2021
Cronaca Sciacca

"Scoperto con accendini ed una tanica sporca di benzina", arrestato un altro presunto piromane

Si tratta del terzo uomo fermato in pochi giorni. In manette è finito il 32enne saccense, Paolo La Bella

Un altro presunto piromane, ritenuto responsabile dei gravi incendi avvenuti a Sciacca due settimane fa, è stato arrestato dai carabinieri. Si tratta del terzo uomo fermato in pochi giorni, dopo l’intensificarsi dei controlli per la prevenzione degli incendi. Con l’accusa di “incendio boschivo aggravato”, è finito in manette il 32enne saccense, Paolo La Bella, finito agli arresti domiciliari, come disposto dal gip del tribunale di Sciacca su richiesta della Procura della Repubblica.

LEGGI ANCHE: "SORPRESO A DARE FUOCO ALLE STERPAGLIE"

I fatti si riferiscono all’incendio verificatosi il 14 luglio scorso, nelle contrade Pierderici e San Michele. L’incendio era stato domato solo dopo alcune ore grazie all’intervento dei vigili del fuoco di Agrigento e del Corpo forestale, che nell’occasione avevano impiegato tutte le risorse di uomini e mezzi per lo spegnimento, compreso un velivolo Canadair. L’incendio aveva interessato anche un’area limitrofa al centro abitato di Sciacca ed aveva comportato l’evacuazione di diversi condomini di via Ravasio, con pericolo grave per l’incolumità dei residenti.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

"Scoperto con accendini ed una tanica sporca di benzina", arrestato un altro presunto piromane

AgrigentoNotizie è in caricamento