menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Salvatore Tuttolomondo

Salvatore Tuttolomondo

Porto Empedocle, emesso ordine di carcerazione: arrestato il "falso carabiniere"

Tuttolomondo, come vi abbiamo raccontato in queste settimane, è accusato delle decine e decine di truffe, perpetrate a danno di persone, perlopiù anziani. L'uomo, spacciandosi per carabiniere ed utilizzando sempre una scusa diversa, chiedeva denaro alle proprie vittime

Stavolta le manette sono scattate per davvero: dopo le innumerevoli denunce, Salvatore Tuttolomondo, 28enne di Porto Empedocle, alias "falso carabiniere", è stato arrestato dai militari dell'Arma, quelli veri. I carabinieri delle stazioni di Villaggio Mosè e Porto Empedocle lo sono andati a prendere ieri sera a casa, in esecuzione di un'ordinanza di custodia cautelare in carcere, emessa dal gip del Tribunale di Agrigento su richiesta della Procura della Repubblica.

 
Tuttolomondo, come vi abbiamo raccontato in queste settimane, è accusato delle decine e decine di truffe, perpetrate a danno di persone, perlopiù anziani. L'uomo, spacciandosi per carabiniere ed utilizzando sempre una scusa diversa, chiedeva denaro alle proprie vittime che - ignare – aprivano la porta al malvivente e consegnavano lui il denaro. 
 
Proprio pochi giorni fa il comandante provinciale dei carabinieri di Agrigento, il colonnello Riccardo Sciuto, sottolineando che l’Arma non effettua in alcun modo servizio di riscossione tributi, aveva allertato la popolazione a diffidare da chi, qualificandosi come un appartenente alle Forze dell’ordine, avesse chiesto denaro per il pagamento di imposte di vario genere o per altri motivi, invitando le persone  a chiamare subito i “veri” carabinieri, tramite il servizio di Pronto Intervento all’utenza telefonica gratuita 112.
 
Adesso Salvatore Tuttolomondo, grazie all'attività d'indagine svolta in sinergia tra i carabinieri delle stazioni di Agrigento, Villaggio Mosè e Porto Empedocle, si trova al carcere di contrada "Petrusa" di Agrigento, a disposizione dell'autorità giudiziaria.

 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

AgrigentoNotizie è in caricamento