"Estorsione a due dipendenti", arrestato il candidato M5S Fabrizio La Gaipa: divieto di dimora per il fratello Salvatore

È stato candidato alle scorse elezioni regionali col M5S, primo dei non eletti nella provincia di Agrigento

Fabrizio La Gaipa

L'imprenditore agrigentino Fabrizio La Gaipa è stato arrestato con l'accusa di estorsione dalla Squadra Mobile di Agrigento che è coordinata dal dirigente Giovanni Minardi. La Gaipa è il primo dei non eletti nella provincia di Agrigento alle scorse elezioni regionali. Secondo quanto si apprende, l'uomo, che gestisce un albergo ad Agrigento, è accusato da alcuni suoi dipendenti. 

Da giornalista a primo dei non eletti, ecco chi è La Gaipa

Il 5 novembre La Gaipa, candidato nelle liste del Movimento 5 Stelle, è arrivato primo dei non eletti, con 4.357 voti, subito dopo Matteo Mangiacavallo (14 mila voti) e Giovanni Di Caro (5.900 voti). La sua candidatura - come quelle degli altri 5 Stelle in corsa per l'Ars - era stata supportata dai "big" nazionali del Movimento, Luigi Di Maio e Alessandro Di Battista, in tour ad Agrigento insieme al candidato governatore Giancarlo Cancelleri. 

I retroscena: "Dipendenti costretti ad un salario più basso"

L'arresto è scattato per l'estorsione a danno di due dipendenti. La Gaipa è stato posto agli arresti domiciliari, mentre, nell'ambito della stessa inchiesta è stato coinvolto anche il fratello dell'imprenditore, Salvatore, 46 anni, nei confronti del quale è stato disposto il divieto di dimora ad Agrigento. Il provvedimento per gli arresti domiciliari di La Gaipa è stato firmato dal gip Stefano Zammuto. Fabrizio La Gaipa ha nominato Calogero Petix come suo avvocato difensore.

Tutte le reazioni del mondo politico

AG5.-la-gaipa_fabrizio-2L'inchiesta della Procura, condotta dal sostituto Carlo Cinque, coordinato dal procuratore Luigi Patronaggio, è a una svolta. Ci sarebbero almeno sei esposti - riporta il quotidiano La Sicilia - all'origine del fascicolo aperto qualche mese fa, presentati da alcuni dipendenti dell'albergo gestito da La Gaipa. Le verifiche della Squadra mobile di Agrigento si sarebbero concentrate sulla regolarità dei contratti di lavoro e sulla corrispondenza fra i compensi dichiarati e quelli realmente percepiti dai lavoratori.

Di Maio e Cancelleri in piazza Cavour

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Il "giallo" di Canicattì: sentiti familiari e amici del 28enne morto, ritrovato il furgone

  • "Aggredita e derubata da tre minori", 50enne lotta tra la vita e la morte

  • L'asfalto cede ed il camion sprofonda, paura al Villaggio Mosè: intervengono i vigili del fuoco

  • Non c'è pace per i contribuenti morosi: in arrivo altri 24 mila avvisi di pagamento

  • "Sporcaccione, non si buttano qui i rifiuti": scoppia la lite fra due uomini e accorre la polizia

  • Forti raffiche di vento e temporali, la Protezione civile dirama allerta "gialla"

Torna su
AgrigentoNotizie è in caricamento