"Vaglia e ricariche postepay da 30mila euro", arrestato 37enne per estorsione

Fabio Bellanca, residente a Joppolo Giancaxio, è accusato di aver costretto una donna a versargli del denaro

Fabio Bellanca

La costringeva a versare vaglia postali e a farsi fare ricariche su postepay per migliaia di euro. Con l'accusa di estorsione nei confronti di una donna, è stato arrestato questa mattina dai carabinieri della Compagnia di Petralia Sottana, nel Palermitano, Fabio Bellanca, agrigentino di 37 anni, residente a Joppolo Giancaxio.

Secondo quanto ricostruito dai carabinieri, l'uomo dal mese di giugno fino ad agosto di quest'anno, avrebbe costretto la donna, una 57enne di Petralia Soprana, ad effettuare in suo favore diversi vaglia postali e ricariche su postepay per un valore complessivo di circa 30mila euro.

Le indagini - spiegano i militari dell'Arma - hanno avuto inizio dalla denuncia presentata dalla donna, poiché esasperata dalla situazione che stava vivendo, divenuta intollerabile a causa delle sempre più pressanti richieste di denaro ricevute dall'uomo e sotto l’effetto delle sue minacce, divenute sempre più serie e preoccupanti al punto da farle temere concretamente per la propria incolumità.  

Tutto era iniziato qualche tempo prima, - ricostruiscono ancora i carabinieri - quando l’uomo dopo essere riuscito ad avvicinare la donna con un pretesto, aveva intrapreso con la stessa un rapporto amichevole, ma una volta carpita e conquistata la sua fiducia, era riuscito nel tempo ad ottenere ingenti somme di denaro, per un importo complessivo pari all’incirca a 30.000 euro. La vittima, però, dal momento che le richieste erano diventate sempre più frequenti ed insistenti, e soprattutto sempre maggiore era divenuto l’importo di denaro preteso dall’uomo, aveva deciso di opporre un suo rifiuto, andando tuttavia incontro ad ulteriori, incessanti e pesanti minacce anche di morte da parte del Bellanca.

L'uomo avrebbe costretto la donna  a versare, attraverso 77 vaglia postali, la somma di 23.910 euro e ad effettuare in suo favore 22 ricariche postepay, pari a circa 2.736 euro, per un totale complessivo di 30.000 euro circa.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Bellanca, al termine delle formalità di rito è stato condotto nel carcere "Burrafato” di Termini Imerese, a disposizione dell’autorità giudiziaria.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Il crack del gruppo Pelonero, Patronaggio: "Così la famiglia ha fatto sparire milioni di euro da un’azienda all’altra"

  • Operazione "Malebranche", colpito il gruppo Pelonero: 13 misure cautelari

  • Primo caso di Covid a San Giovanni Gemini: è uno studente che è stato in Lombardia

  • "Società aperte con capitale irrisorio, impennata con volume di affari milionario e tracollo pilotato": ecco il sistema "Pelonero"

  • Valle dei Templi gratis per tutti, gli arancini di Camilleri ed il Jazz: ecco il week end

  • Scontro fra due vetture alle porte di Canicattì, muore 64enne: automobilista arrestato per omicidio stradale

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
AgrigentoNotizie è in caricamento