Rubano un cellulare e offerte per i cani randagi, arrestati due tunisini

Entrambi trentanovenni hanno anche resistito all'arresto: uno dei due circolava con un coltello

La caserma dei carabinieri di Lampedusa

Hanno prima rubato un cellulare ad una turista e poi "depredato" la cassetta delle offerte raccolte - da un'associazione locale - in sostegno degli animali abbandonati. Per questo due tunisini trentanovenni sono stati arrestati a Lampedusa da parte dei carabinieri.

"Ruba portafogli e smartphone ad un turista", arrestato tunisino

I due, sbarcati nei giorni scorsi e ospiti dell'hotspot di contrada imbriacola, sono stati rapidamente rintracciati dai militari dell'Arma della stazione isolana e sono andati anche in escandescenze alla vista degli uomini in divisa. Uno dei due aveva con sè anche un coltello. Dovranno adesso rispondere delle ipotesi di reato di resistenza a pubblico ufficiale, motivo per il quale è scattato l'arresto, furto aggravato in concorso e porto ingiustificato di arma bianca.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Il "giallo" di Canicattì: sentiti familiari e amici del 28enne morto, ritrovato il furgone

  • Scompare un pastore, scattano perlustrazioni e ricerche: ritrovato morto il 61enne

  • Traffico di cocaina dalla Calabria all'Agrigentino: tredici condanne

  • "Aggredita e derubata da tre minori", 50enne lotta tra la vita e la morte

  • L'asfalto cede ed il camion sprofonda, paura al Villaggio Mosè: intervengono i vigili del fuoco

  • Non c'è pace per i contribuenti morosi: in arrivo altri 24 mila avvisi di pagamento

Torna su
AgrigentoNotizie è in caricamento