Mercoledì, 19 Maggio 2021
Cronaca

Arnone è sotto processo, domani sarà scortato dalla polizia penitenziaria

L'avvocato e politico giungerà accompagnato al palazzo di giustizia, così come ha disposto il Gip Francesco Provenzano, per assistere da imputato ad un processo

L'avvocato Giuseppe Arnone

"Fermo restando il diritto dell'imputato a presenziare all'udienza in cui è tratto a giudizio, dinanzi al tribunale monocratico Giuseppe Miceli, Giuseppe Arnone giunga in aula accompagnato dalla polizia penitenziaria che ne curerà la traduzione e, finito il procedimento, provvederà al riaccompagnamento dell'imputato, alla sua residenza domiciliare". Lo ha disposto il giudice per le indagini preliminari Francesco Provenzano.

Domani, dunque - contrariamente a quanto è avvenuto lunedì, quando era stato autorizzato a recarsi in tribunale, all'udienza che lo vedeva come imputato, senza scorta, e quando ha indossato la toga per difendere un suo assistito - Giuseppe Arnone sarà accompagnato dalla polizia penitenziaria. Al procedimento di domani, Arnone parteciperà nella vesta di imputato.

Giuseppe Arnone è agli arresti domiciliari per l'ipotesi di reato di estorsione. Ad arrestarlo, sabato 12 novembre, sono stati i poliziotti della Squadra Mobile. Dopo alcune notti in carcere è stato posto ai domiciliari.

Ed ai domiciliari - ma per lunedì prossimo è atteso il pronunciamento del Riesame al quale si è rivolto la sua difesa: gli avvocati Arnaldo Faro e Carmelita Danile - potrebbe restare fino al 10 gennaio.  Il Gip Francesco Provenzano ha infatti, nell'ordinanza di convalida, fatto coincidere i domiciliari dell'avvocato Arnone fino alla definizione dell'udienza preliminare a carico di Picone. Processo nel quale, ieri, attraverso l'avvocato Arnaldo Faro, Arnone ha deciso di costiturisi parte civile. 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Arnone è sotto processo, domani sarà scortato dalla polizia penitenziaria

AgrigentoNotizie è in caricamento