Mercoledì, 19 Maggio 2021
Cronaca

"Armi e droga nell'ovile", pastore ai domiciliari

Alessandro Patti, di 30 anni, era stato arrestato mercoledì scorso. I carabinieri avevano trovato un fucile, una carabina, una pistola giocattolo e 27 piante di marijuana

Le armi sequestrate al pastore

Alessandro Patti, il pastore trentenne di Ravanusa arrestato mercoledì scorso dai carabinieri con l’accusa di detenzione illegale di armi e munizioni e coltivazione di stupefacenti, è stato posto ai domiciliari.

Lo ha deciso il gip Stefano Zammuto, il quale ha convalidato l’arresto. Il pm Santo Fornasier aveva chiesto la custodia cautelare in carcere per il giovane, mentre il difensore Salvatore Manganello aveva chiesto la scarcerazione. Nell’ovile di Patti i carabinieri avevano rinvenuto un fucile a pompa calibro 12, una carabina calibro 22 ed una pistola giocattolo. C’erano, inoltre, 27 piante di marijuana.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

"Armi e droga nell'ovile", pastore ai domiciliari

AgrigentoNotizie è in caricamento