rotate-mobile
Giovedì, 23 Maggio 2024
La requisitoria / Aragona

"Undicenne trascinata nel vicolo e violentata a turno": chieste 4 condanne a 14 anni

La ragazzina, che sarebbe stata aggredita in occasione di una festa di paese nel 2015, aveva raccontato l'episodio in aula: "Ero andata con le amiche alle giostre quando sono stata afferrata". Il pm non crede alla ritrattazione delle ragazze e chiede di indagarle per falsa testimonianza

Trascinata in un vicolo e violentata a turno da quattro giostrai: il pubblico ministero Elenia Manno non ha alcun dubbio sulla responsabilità degli imputati. Quattordici anni di carcere è la pena chiesta nei loro confronti. 

Si tratta di Bogdan Petru Corcoz, 28 anni, di origini rumene e residente ad Aragona; Vasile Lucian Isache, 31 anni, anche lui residente ad Aragona e nato in Romania; Costantin Cosmin Babiuc Pevel, 30 anni, rumeno e Riccardo Fonte, 66 anni, di Caltanissetta. 

I quattro uomini sono accusati di avere abusato della bimba nei giorni successivi alla festa della Madonna di Fatima, ad Aragona, dove era stato allestito un luna park in cui gli imputati lavoravano. 

Bimba violentata nel vicolo, la madre: "Non me lo raccontò subito"

La ragazzina, in occasione dell'incidente probatorio, aveva confermato in aula i fatti oggetto della denuncia che aveva fatto scattare l'inchiesta e il processo. "Sono stata costretta ad abbassarmi i pantaloni - aveva raccontato - e, a turno, hanno abusato di me. Ero andata con le mie amiche alle giostre, mi sono avvicinata a una bancarella e sono stata trascinata nel vicolo da alcune persone. Mi hanno trattenuto con la forza e mi hanno violentata".

La presunta vittima, all'epoca dei fatti, il 13 maggio del 2015, doveva ancora compiere dodici anni. Due amiche della ragazza, accompagnate in aula dai carabinieri dopo che non si erano presentate per testimoniare al processo, hanno fatto clamorosa retromarcia.

"Ci siamo inventate tutto, abbiamo detto che la nostra amica era stata violentata perché volevamo tornare a casa. Non sopportavamo più di restare in questura". 

Una delle ragazzine, in particolare, aveva raccontato di avere assistito alle scene immediatamente successive alla violenza dicendo che l'amica era stravolta dopo avere subito degli abusi e di avere visto uscire dal vicolo i giostrai.

Violentata a turno dai giostrai: 4 rinvii a giudizio

Adesso la clamorosa retromarcia. "Eravamo stanche, volevamo andare a casa. Abbiamo detto il falso". Una ritrattazione alla quale il pm non ha creduto tanto da chiedere pure la trasmissione degli atti al suo ufficio per metterle sotto inchiesta per falsa testimonianza.

Alla richiesta di condanna si è associato il difensore di parte civile ovvero l'avvocato Daniela Posante che assiste la ragazzina e la madre.

I difensori degli imputati (gli avvocati Salvatore Cusumano, Samantha Borsellino e Marcello Luss) illustreranno le loro arringhe a partire dal 27 maggio. 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

"Undicenne trascinata nel vicolo e violentata a turno": chieste 4 condanne a 14 anni

AgrigentoNotizie è in caricamento