rotate-mobile
Interventi pubblici / Aragona

Trovate ossa umane durante i lavori di restauro della chiesa: stop al cantiere

Nessun mistero però nella scoperta fatta dagli operai: prima della costruzione della sacra struttura, in quel posto c’era un vecchio cimitero

Sono stati ritrovati ossa, e frammenti di ossa, umane. I lavori di ristrutturazione della chiesa Beata Maria Vergine della Mercede, in piazza Dante ad Aragona, sono stati sospesi. A farlo è stata la Sovrintendenza ai Beni culturali di Agrigento e la direzione degli stessi lavori. L’intera area è stata transennata.

Nessun mistero però nella scoperta fatta durante i lavori di restauro e messa in sicurezza della struttura chiusa al culto da oltre 20 anni a causa dell’inagibilità. Inevitabile lo choc degli operai che, scavando, si sono imbattuti nelle ossa, ma gli storici e i conoscitori dei luoghi hanno subito chiarito. La costruzione della chiesa dedicata alla Beata Maria Vergine della Mercede risale al 1600, ad opera della Confraternita del Santissimo Rosario che poi l’affidò ai padri Mercedari arrivati ad Aragona nel 1665. Prima della costruzione della sacra struttura, in quel posto c’era però un vecchio – anzi vecchissimo - cimitero. Ed ecco dunque perché, all’improvviso, durante i lavori per il miglioramento statico-strutturale, sono comparse quelle ossa. E verosimilmente potrebbero essercene altre, molte altre. Al restauro conservativo e miglioramento strutturale della chiesa Beata Maria Vergine della Mercede, il governo Musumeci, nel novembre del 2020, aveva destinato un finanziamento di 880 mila euro.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Trovate ossa umane durante i lavori di restauro della chiesa: stop al cantiere

AgrigentoNotizie è in caricamento