rotate-mobile
Martedì, 17 Maggio 2022
Militari dell'Arma / Aragona

Armato di coltello a serramanico minaccia di morte un 60enne: pensionato finisce nei guai

I carabinieri, in via precauzionale e cautelativa, hanno anche ritirato – all'uomo che è stato denunciato – le armi che deteneva legalmente

Un pensionato sessantenne è stato denunciato, in stato di libertà, alla Procura della Repubblica di Agrigento, per minacce aggravate. A farlo, a conclusione di un’attività investigativa, sono stati i carabinieri della stazione di Aragona che avevano raccolto la denuncia di un altro pensionato, sempre dello stesso paese, di 68 anni. Lo scorso 30 aprile, per futili motivi, quest’ultimo sarebbe stato minacciato di morte dal sessantenne che – stando alle ricostruzioni – avrebbe avuto per le mani un coltello a serramanico. I carabinieri, dopo aver raccolto la querela, hanno subito avviato i necessari, indispensabili, accertamenti che hanno, appunto, portato alla denuncia. In via precauzionale e cautelativo, i carabinieri hanno anche ritirato – al pensionato sessantenne – le armi che deteneva legalmente.

Cosa avesse innescato la lite fra i due, ieri, non è stato divulgato dai militari dell’Arma. Secondo l’accusa però, il sessantenne – decisamente esagitato – oltre a proferire minacce di morte nei confronti del suo compaesano, sarebbe stato armato di un coltello a serramanico. Per fortuna, nella diatriba dello scorso 30 aprile non si sono registrati feriti, per evitare però che la situazione possa anche tornare a trascendere, magari anche da un momento all’altro, i carabinieri di Aragona, che sono coordinati dal comando compagnia di Canicattì, hanno ritirato, in via cautelativa appunto, le armi che il sessantenne deteneva legittimamente e legalmente. 

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Armato di coltello a serramanico minaccia di morte un 60enne: pensionato finisce nei guai

AgrigentoNotizie è in caricamento