rotate-mobile
Lunedì, 20 Maggio 2024
Violenze domestiche / Aragona

Accusato di avere picchiato a calci e pugni la moglie minacciandola di morte e vessandola per 7 anni: assolto 43enne

La donna aveva denunciato di essere stata vessata e costretta a interrompere i rapporti con la propria famiglia di origine: dopo la riconciliazione sono tornati a vivere assieme

Assoluzione dall'accusa di maltrattamenti e non luogo a procedere per quella di lesioni: i giudici della seconda sezione penale, presieduta da Wilma Angela Mazzara, hanno scagionato un 43enne di Aragona accusato dalla moglie, con cui in seguito si è rappacificato ed è tornato a vivere, di averla picchiata e vessata per 7 anni.

In particolare, secondo l'ipotesi accusatoria iniziale che non ha retto al vaglio del dibattimento, l'avrebbe sottoposta a continue vessazioni fisiche e morali anche in presenza dei due figli minori: tanto la donna che i bimbi sarebbero stati costretti a interrompere ogni contatto con la sua famiglia di origine.

L'imputato l'avrebbe minacciata di ucciderla sparandole e buttandola giù dalla finestra.

Nel 2019 alcuni degli episodi ritenuti più gravi: il 43enne l'avrebbe colpita con calci e pugni a gambe, braccia e nuca provocandole lesioni.

Il suo racconto al processo, tuttavia, non ha convinto i giudici. Lo stesso pubblico ministero Giulia Sbocchia, a conclusione della requisitoria, aveva chiesto l'assoluzione ritenendo che il dibattimento non avesse provato i fatti.

Il difensore dell'imputato, l'avvocato Daniela Posante, ha sostenuto, inoltre, che le accuse di maltrattamenti mosse dalla donna fossero inconsistenti e contraddittorie fin dall'inizio. 

Per quanto riguarda l'imputazione di lesioni, che scaturiva da uno dei pugni che le avrebbe sferrato, sono state escluse alcune aggravanti e, in assenza di una querela, il reato era improcedibile.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Accusato di avere picchiato a calci e pugni la moglie minacciandola di morte e vessandola per 7 anni: assolto 43enne

AgrigentoNotizie è in caricamento