Sabato, 20 Luglio 2024
Cronaca Aragona

"Ha annientato la mia vita per costringermi a restare con lui": vittima racconta le persecuzioni del marito

Mi ha minacciato e picchiato più volte con schiaffi e pugni - ha detto -, sono stata costretta a vivere nel terrore”

“Schiaffi, pugni e insulti. Ha annientato la mia vita”. Dopo le denunce in caserma, la donna – presunta vittima di stalking da parte del marito, padre dei suoi tre figli – ha raccontato in aula le presunte persecuzioni e violenze subite. Il processo è quello a carico di S.M., 41 anni, originario di Sant’Angelo Muxaro. L’uomo, difeso dall'avvocato Daniela Posante, avrebbe molestato ripetutamente la donna per convincerla a non lasciarlo. “Si è pure puntato un coltello alla gola minacciando di suicidarsi”, ha raccontato rispondendo al pm Salvatore Caradonna.

La presunta vittima dello stalking, parte civile con l’assistenza dell’avvocato Floriana Salamone, è stata ascoltata ieri al processo in corso davanti al giudice Wilma Angela Mazzara. “Mi ha minacciato e picchiato più volte con schiaffi e pugni - ha detto -, sono stata costretta a vivere nel terrore”. La donna ha aggiunto: “Mi disse che mi avrebbe ucciso e che per farlo non servivano le armi ma gli sarebbe bastata una pietra”. 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

"Ha annientato la mia vita per costringermi a restare con lui": vittima racconta le persecuzioni del marito
AgrigentoNotizie è in caricamento