Bottiglia con benzina e fiammiferi davanti al cancello: avvertimento a professionista

Non è escluso che, come primissimo passo, gli investigatori possano già aver setacciato l’area per appurare se siano o meno presenti delle telecamere di video sorveglianza pubbliche o private

(foto ARCHIVIO)

Una bottiglia di plastica, contenente benzina, e alcuni fiammiferi legati al tappo. Ha le caratteristiche, in piena regola, dell’avvertimento quello che è stato ritrovato, verosimilmente durante le ore notturne, fuori al cancello della sua abitazione da un libero professionista di Aragona. L’uomo s’è recato in caserma ed ha formalizzato una denuncia a carico di ignoti.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

I militari dell’Arma hanno, naturalmente, subito avviato le indagini per cercare, in primissima battuta, di individuare in che ambito possa essere maturata l’intimidazione. Servirà, inevitabilmente, del tempo per tracciare la giusta pista investigativa e provare ad identificare chi ha depositato quella bottiglia, con all’interno liquido infiammabile, e quei cerini legati al tappo. Non è escluso – ma non ci sono affatto certezze al riguardo – che come primissimo passo, gli investigatori possano già aver setacciato l’area di rinvenimento della bottiglia per provare ad appurare se siano o meno presenti delle telecamere di video sorveglianza pubbliche o private. Gli eventuali filmati potrebbero infatti dare il giusto input all’attività investigativa che è indirizzata ad identificare il mittente di quell’avvertimento. Fitto, anzi categorico, è il riserbo di investigatori e inquirenti che non lasciano trapelare – come sempre avviene in casi del genere – neanche la più piccola indiscrezione. Un fascicolo d’inchiesta è stato aperto alla Procura di Agrigento. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Il crack del gruppo Pelonero, Patronaggio: "Così la famiglia ha fatto sparire milioni di euro da un’azienda all’altra"

  • Operazione "Malebranche", colpito il gruppo Pelonero: 13 misure cautelari

  • Primo caso di Covid a San Giovanni Gemini: è uno studente che è stato in Lombardia

  • "Società aperte con capitale irrisorio, impennata con volume di affari milionario e tracollo pilotato": ecco il sistema "Pelonero"

  • Valle dei Templi gratis per tutti, gli arancini di Camilleri ed il Jazz: ecco il week end

  • Scontro fra due vetture alle porte di Canicattì, muore 64enne: automobilista arrestato per omicidio stradale

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
AgrigentoNotizie è in caricamento