menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Leonardo Lauricella

Leonardo Lauricella

Coronavirus, Lauricella ai cittadini: "Basta con le 'spirtizze', dovete rimanere in casa"

Rispetto al primo caso registrato a Siculiana, il sindaco precisa che "le autorità sanitarie competenti hanno già attivato tutti i protocolli medici e le procedure utili alla tutela della persona, dei suoi familiari e di chi potrebbe aver avuto contatti con la stessa"

"La situazione è evidentemente critica da giorni, ma oggi rimanere a casa diventa ancor più un obbligo morale e civile cui ognuno di noi si deve attenere, senza discussioni, filosofie e scuse. Siamo chiamati tutti allo stesso modo al dovere di tutelare la nostra salute e quella delle persone a noi vicine".

Così il sindaco di Siculiana Leonardo Lauricella si è rivolto ai cittadini siculianesi nel contesto dell'annuncio del primo caso di Coronavirus che ha interessato la "Città degli sposi".

Emergenza Coronavirus, aumentano i contagi nell'Isola: i positivi sono 721 (91 più di ieri)

"Questo caso positivo - dice Lauricella - non deve allarmarci più del dovuto, era una possibilità molto vicina a noi e oggi ne abbiamo avuto le prove. Ora più che mai  dobbiamo avere quindi  un atteggiamento lucido e responsabile. Questo caso deve farci riflettere e spingerci ad un maggiore impegno nell'applicazione delle basilari, ma importanti,  norme-igienico sanitarie e nella limitazione degli spostamenti da casa". 

Coronavirus, un caso a Siculiana e Ribera passa a +6: salgono a 44 i contagiati nell'Agrigentino

Il primo cittadino si rivolge con decisione ai siculianesi e, nel ribadire che soprattutto il nuovo decreto dei Ministeri dell'Interno e della Salute ha reso ancora più stringenti le regole sugli spostamenti tra Comuni, dice loro: "deve entrarvi ben chiaro nella mente un concetto semplicissimo, non c'è priorità più grande della vita umana, della vostra, di quella dei vostri familiari, di tutti noi cittadini siculianesi e di quelli dell'intero pianeta. Tutto il resto oggi diventa secondario. Non mettetemi in difficoltà con domande inopportune, il decreto parla chiaro. Oggi abbiamo il dovere di agire in un unica direzione: tutelarci l'un con l'altro, riducendo gli spostamenti. Fatelo per voi - continua - per i vostri figli, per i vostri genitori. Nessuna 'spirtizza' o libera interpretazione della norma sarà tollerata. Chi non rispetta le regole sarà punito con pensanti misure di carattere penale che potranno arrivare anche alla reclusione".+

La curva epidemiologica continua a salire: c'è un caso in più di Coronavirus a Favara

Rispetto al primo caso siculianese, Lauricella precisa che "le autorità sanitarie competenti hanno già attivato tutti i protocolli medici e le procedure utili alla tutela della persona, dei suoi familiari e di chi potrebbe aver avuto contatti con la stessa".

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Danneggia la rotonda del Quadrivio e fugge via: "beccato" dalle telecamere

Benessere

I 5 DPI più efficaci per contrastare il Coronavirus

Attualità

L'accademia delle Belle arti dona quindici quindici quadri al Comune

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • Cronaca

    Un agrigentino a "Uomini e donne", Gero Natale debutta su Canale 5

  • Sport

    L'ex "portierone" Daniele Indelicato vola a Dubai: affiancherà Sosa

Torna su

Canali

AgrigentoNotizie è in caricamento