rotate-mobile
Giovedì, 23 Maggio 2024

Servizio idrico, il Cartello sociale ai sindaci: "Versate i soldi per evitare il fallimento dell'Aica”

Alfonso Buscemi (Cgil): "Abbiamo apprezzato i cinque amministratori che hanno già girato le risorse dovute, adesso vogliamo stanare i Comuni che hanno preso i soldi e che però non pagano”

“Chiediamo che si faccia chiarezza, i sindaci che si sono assunti l'onere di creare Aica, come mai non hanno ancora fatto le delibere da portare nei rispettivi consigli comunali per poi versare nelle casse della società idrica, le somme già ricevute in prestito e che consentirebbero di salvare la stessa Aica”. Questo, ai microfoni di AgrigentoNotizie, è l'appello rivolto ai sindaci da don Mario Sorce che è il responsabile per la Curia del Cartello sociale. Don Mario Sorce ha evidenziato anche il paradossale rischio default di Aica per i ritardi dei Comuni nell'adozione degli atti propedeutici alla stessa sopravvivenza dell'azienda che gestisce il servizio idrico integrato in provincia di Agrigento. In mattinata, i responsabili del Cartello Sociale, nell'oratorio della chiesa del Sacro Cuore di Gesù alle Rocche, hanno fatto il punto sulla situazione.

“E' arrivato il momento – dice Alfonso Buscemi della Cgil – di gettare la maschera, abbiamo apprezzato i cinque sindaci che hanno già girato le risorse dovute ad Aica, adesso chiamiamo al nostro fianco questi amministratori di buona volontà per stanare i comuni che hanno preso i soldi e che però non pagano”.

Servizio idrico, Cartello sociale: "Sindaci latitanti compromettono l'esistenza dell'Aica"

Video popolari

Servizio idrico, il Cartello sociale ai sindaci: "Versate i soldi per evitare il fallimento dell'Aica”

AgrigentoNotizie è in caricamento