Ribera, appalto "lumaca" per le case popolari: già costato oltre 12 mila euro

Domani la stazione appaltante di Agrigento tornerà a riunirsi, nella speranza di accelerare un iter lungo 526 giorni

Le case popolari di Ribera

Un appalto "lumaca" lungo 526 giorni già costato oltre 12 mila euro. Domani la stazione appaltante di Agrigento - fa sapere il Giornale di Sicilia - tornerà a riunirsi per la gara relativa all'abbattimento ed alla ricostruzione di 60 case popolari a Ribera, in largo Martiri di via Fani.

Una storia iniziata nell'estate del 2015 e  contrassegnata da ritardi ed intoppi burocratici. "Le domande andavano presentate entro il 26 agosto e ne arrivano 18 - si legge sul quotidiano - . Ma la commissione aggiudicatrice inizia a lavorare solo il 4 novembre successivo. I primi due mesi si perdono nel complicato tentativo di istituire la commissione".

Poi si svolgono altre 12 sedute fino a quando, a maggio del 2016, un'ordinanza del Tar blocca i lavori per far riammettere una ditta esclusa. A settembre si ricomincia, ma l'Istituto autonomo della case popolari han cambiato il rappresentate e bisogna "istruire" il nuovo. Si riparte ancora fino all'ultima seduta del 25 gennaio scorso, ma il traguardo dell'assegnazione dell'appalto sembra ancora lontano.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus: la Sicilia diventa zona gialla, Musumeci: "Non è un liberi tutti"

  • Coronavirus e zona "gialla", ecco tutte le regole in vigore da domani

  • L'incubo deviazione è finito: dopo 2 anni e 2 mesi riapre la galleria Spinasanta

  • Coronavirus, 4 morti fra Campobello, Palma e San Biagio: tornano ad aumentare i contagi

  • Coronavirus, il bollettino dell'Asp: 88 nuovi positivi, 6 ricoverati e 2 vittime

  • Scoppia una maxi rissa a Porto Empedocle, più feriti in ospedale

Torna su
AgrigentoNotizie è in caricamento