Lunedì, 18 Ottobre 2021
Cronaca San Leone

Aperitivo al mare e assembramenti, il sindaco: "Si innescano contagi in famiglia"

Micciché: "Anche i giovani corrono dei rischi, ma hanno anche genitori e nonni che di fatto espongono al Covid. Vanno tenuti in conto anche a tutti quegli operatori commerciali che rispettano le regole e che per colpa loro, di chi non rinuncia ad occasioni di movida, saranno costretti a chiudere"

"Anche i giovani corrono, in egual misura degli altri pazienti, dei rischi. Anche loro hanno genitori e nonni che espongono al contagio da Covid. E se si comportano in maniera così, inadeguata, i rischi, di altra natura naturalmente, li corrono anche i commercianti che devono chiudere. Occorre quindi avere anche rispetto per chi lavora". Franco Micciché parla da sindaco, ma soprattutto da medico, commentando quanto è accaduto ieri pomeriggio lungo il viale Delle Dune di San Leone. Sono dovute intervenire altre tre pattuglie della sezione Volanti, dopo che era intervenuta la prima, per disperdere gli assembramenti di giovanissimi che si erano formati all'interno e all'esterno di uno dei locali della movida. 

Aperitivo vicino al mare quasi come se il Covid non esistesse, polizia disperde assembramenti

"Polizia, carabinieri, Guardia di finanza ed Esercito si occupano dei servizi di vigilanza e controlli anti-Covid. Così è stato deciso in Prefettura. I contagi sono aumentati: da 37 siamo saliti a 43. Se continua così - ha detto il neo sindaco - sarò molto più restrittivo che il governo nazionale e il governo regionale. Posso arrivare a chiudere delle piazze o delle strade, ma per intanto garantisco controlli molto più serrati con delle squadre della polizia locale". Micciché ha però voluto strigliare tutti i giovani concittadini, ma anche tutti quelli della provincia che sono soliti riversarsi a San Leone, evidenziando il grande pericolo che anche i giovani corrono, "ma che soprattutto per i contagi che rischiano di innescare in famiglia". 

"Vanno tenuti in conto anche a tutti quegli operatori commerciali che rispettano le regole e che per colpa loro, per colpa di chi non rinuncia ad occasioni di movida, saranno poi costretti a chiudere" - ha concluso Micciché che intanto s'appresta a disporre misure più restrittive. Domani, per come annunciato, firmerà un'ordinanza che impone lo stop ai mercatini. 

Coronavirus: raffica di contagi anche in città, il sindaco: "Stop mercatini e se serve chiudo plessi o lascio a casa classi"

volanti a san leone-2

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Aperitivo al mare e assembramenti, il sindaco: "Si innescano contagi in famiglia"

AgrigentoNotizie è in caricamento