Lunedì, 14 Giugno 2021
Cronaca

Scoperto un caseificio degli orrori, convalidato l'arresto del 59enne

Antonino Vecchio rimarrà in carcere. Secondo quanto scritto dal giudice, l'uomo, avrebbe fornito una "versione dei fatti inverosimile"

E’ stato convalidato l’arresto di Antonino Vecchio, 59 anni di Raffadali. L’uomo, secondo quanto fatto sapere il giudice, avrebbe durante l’interrogatorio dato “una versione dei fatti del tutto inverosimile, limitandosi a negare i fatti che gli venivano contestati”.

Topi morti vicino a caciotte e ricotta: scoperto un caseificio degli orrori, arrestato 59enne

Antonino Vecchio dovrà scontare la misura cautelare della custodia in carcere.  “Sussistono a carico dell’arrestato gravi indizi di colpevolezza”, scrive il giudice. Nel dettaglio i carabinieri hanno sequestrato più di 300 chili di alimenti in pessimo stato di conservazione, formaggi e carne principalmente. Elevate sanzioni amministrative per ben 65.000 euro.

La Procura indagava per droga, trovato anche un lavoratore straniero tenuto in condizioni di assoggettamento e di sfruttamento lavorativo. L’uomo, secondo quanto fatto sapere dal giudice, sarebbe stato arrestato in flagranza.

Il pm Gloria Andreoli ha chiesto ed ottenuto a carico dell'indagato la misura della custodia cautelare in carcere per i reati di detenzione e spaccio di sostanze stupefacenti, adulterazione e contraffazione di sostanze alimentari e per sfruttamento illecito del lavoro. Misura che è stata eseguita appunto dai carabinieri. 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Scoperto un caseificio degli orrori, convalidato l'arresto del 59enne

AgrigentoNotizie è in caricamento