Cronaca

Sciacca, 64enne palermitano trovato morto: stava pescando in porto

Il ritrovamento è avvenuto ieri alle prime luci dell'alba. Su disposizione del magistrato di turno della Procura della Repubblica di Sciacca, la salma è stata trasferita nella camera ardente del cimitero di Sciacca per l'ispezione cadaverica, dalla quale non sono emersi segni di violenza

Gli uomini dell'Ufficio Circondariale Marittimo di Sciacca hanno ritrovato, nello specchio acqueo antistante il porto saccense, il corpo senza vita del 64enne palermitano Antonino Mazzucco.

Il ritrovamento è avvenuto ieri alle prime luci dell'alba, e a chiamare i soccorsi pare sia stato un amico che con l'uomo stava pescando: allontanatosi alcune ore, al suo ritorno avrebbe trovato la strumentazione da pesca incustodita e nessuna traccia del compagno.

Lanciato l'allarme, sul posto sono giunti gli uomini della capitaneria che dai primi accertamenti avrebbero dedotto che il palermitano potrebbe essere caduto in acqua mentre era intento di attraversare alcuni motopesca ormeggiati a "pacchetto".

La motovedetta della Capitaneria ha poi trovato e recuperato l'uomo: ma all'arrivo sulla banchina ai sanitari non è rimasto che constatarne il decesso.

Su disposizione del magistrato di turno della Procura della Repubblica di Sciacca, la salma è stata trasferita nella camera ardente del cimitero di Sciacca per l'ispezione cadaverica, dalla quale non sono emersi segni di violenza. 

Potrebbe, quindi, essersi trattato di un malore: dalle notizie raccolte dai militari e riferite loro dai familiari, sembrerebbe che Mazzucco fosse affetto da patologie cardiovascolari.
 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Sciacca, 64enne palermitano trovato morto: stava pescando in porto

AgrigentoNotizie è in caricamento