rotate-mobile
Sabato, 13 Agosto 2022
Cronaca Favara

"Incendia auto e magazzino e annuncia che farà un omicidio", 24enne a giudizio

Il giovane dovrà rispondere di numerose ipotesi di simulazione di reato e procurato allarme, ai carabinieri aveva detto: "Sparo in testa a quel carrozziere"

Appicca un incendio a tre auto e a un magazzino e telefona alle forze dell’ordine per annunciare un omicidio, segnalare pericoli, risse, scomparse di persone e gente in possesso di armi. Solo che tutti gli episodi erano inventati. Il ventitrenne favarese Giuseppe Antonio Mejri, 24 anni, marocchino solo di origine ma nato ad Agrigento e residente da sempre in Italia, finisce a processo con le accuse di incendio, simulazione di reato e procurato allarme.

Il processo, dopo che il pubblico ministero Carlo Cinque ha disposto la citazione diretta a giudizio, è iniziato davanti al giudice Enzo Ricotta. Il ventiquattrenne ha nominato come difensore l’avvocato Monica Malogioglio, mentre il proprietario di una delle auto alle quali avrebbe dato fuoco senza alcun motivo si è costituito parte civile con l’assistenza dell’avvocato Gianfranco Pilato. I primi testi saranno sentiti l’8 marzo.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

"Incendia auto e magazzino e annuncia che farà un omicidio", 24enne a giudizio

AgrigentoNotizie è in caricamento