menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Un momento della manifestazione dello scorso anno

Un momento della manifestazione dello scorso anno

Salta il Blues&Wine, l'Mpa: "Zambuto faccia il mea culpa"

Nota dei consiglieri comunali di Agrigento del Gruppo Mpa Alfonso Vassallo, Aurelio Trupia, Riccardo Mandracchia e Francesco Picone circa l'annullamento del "Blues&wine festival"

"Ancora un’occasione persa, l’ennesima, per far conoscere, seppur per due giorni, le bellezze del nostro centro storico ormai abbandonato a se stesso, e cercare di rivitalizzare la via Atenea 'Salotto della Città', che continua a rimanere asfittica, moribonda e sconsolatamente deserta". E' quanto scrivono i consiglieri comunali di Agrigento del Gruppo Mpa Alfonso Vassallo, Aurelio Trupia, Riccardo Mandracchia e Francesco Picone, in una nota congiunta inviata alla stampa circa l'annullamento del "Blues&wine festival"

"L’annullamento della prestigiosa manifestazione canora-enogastronomica, che si sarebbe dovuta tenere questo fine settimana, poteva rappresentare, per il gran numero di appassionati che richiama, un piccolo volano per la riscoperta e rinascita del centro storico, associato anche alle tante iniziative che in questi giorni, grazie all'intervento delle associazioni di privati, stanno coinvolgendo lo stesso centro storico. Di tutto ciò - continua la nota - deve fare il mea culpa l’Amministrazione attiva, che se da un lato fa proclami di risanamento di bilancio (mai attuato), dall'altro giustifica con la limitatezza delle risorse disponibili ciò che ormai è una costante dell’amministrazione Zambuto, cioè l’inerzia e la mancanza di programmazione. Infatti, non è possibile che si utilizzino la quasi totalità dei fondi disponibili al fine di organizzare la Sagra del Mandorlo in Fiore, che risulta ormai fine a se stessa, senza alcun ritorno economico per la città, senza prospettive di sviluppo per come è attualmente pensata, utile solo a distribuire denaro pubblico a coloro che sono vicini al sindaco Zambuto, mentre i residui fondi vengono erogati ad associazioni le cui attività sono conosciute solo da un ristrettissima cerchia di persone se non addirittura sconosciute. Ancora una volta si invita il Sindaco Zambuto - conclude il comunicato - ad attuare una seria politica di programmazione che abbracci tutta la città ed abbandoni definitivamente le logiche clientelari utili solo per un ritorno personale a fini elettorali".

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Giardinetti del campo sportivo: arriva l'adozione da parte di privati

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

AgrigentoNotizie è in caricamento