Cronaca Canicattì

Trent'anni fa moriva Livatino, Musumeci: "Simbolo della migliore gioventù"

Il giudice ragazzino fu barbaramente ucciso dalla mafia. Il governatore della Regione non dimentica il sacrificio del canicattinese

Oggi ricorrere il 30esimo anniversatio dell'uccisione del giudice ragazzino, Rosario Livanino. A ricordare una delle figure più importanti dell'Agrigentino, ma anche dell'Italia, è il governatore della Regione, Nello Musumeci. 

“Rosario Livatino - dice il presidente -  merita di essere onorato e ricordato anche perché rappresenta, con il suo estremo sacrificio, il simbolo della migliore gioventù di Sicilia. Quella che non è disposta a scendere a compromessi con i poteri criminali e sceglie, al contrario, di consacrare la propria vita agli ideali di Giustizia e al perseguimento del bene comune. Alla sua memoria l’omaggio del governo regionale, interprete del sentimento della Comunità isolana".

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Trent'anni fa moriva Livatino, Musumeci: "Simbolo della migliore gioventù"

AgrigentoNotizie è in caricamento