rotate-mobile
Sabato, 24 Febbraio 2024
L’anniversario / Favara

Tredici anni fa morivano le sorelle Bellavia sotto le macerie, il sindaco: “Più aiuti per il centro storico”

Nell’anniversario della scomparsa di Chiara e Marianna, rimaste uccise nel crollo di via del Carmine, il primo cittadino punta il faro sulla sicurezza

Sono passati 13 anni da quando persero la vita Chiara e Marianan Bellavia di 3 e 14 anni, le sorelline sepolte sotto le macerie della loro casa in via del Carmine a Favara. Il crollo, il silenzio, la disperazione e adesso il ricordo con un appello lanciato dal sindaco Antonio Palumbo: “Sono morte nei loro lettini, nel posto in cui ogni bambino avrebbe più diritto a sentirsi al sicuro. È una tragedia che ha segnato Favara ma che rischia di ripetersi qui come altrove data l’impossibilità dei comuni di garantire la sorveglianza puntuale del territorio e le risorse, ad esempio, per provvedere alla messa in sicurezza delle abitazioni private, se si escludono i piccoli interventi di manutenzione. 

Se le tragedie insegnano qualcosa, se questa in particolare può insegnare qualcosa, è che i nostri centri storici sono fonte di possibile sviluppo ma anche di grande preoccupazione.

Alla politica, regionale e nazionale, l’impegno a fornire ai comuni gli strumenti necessari per confrontarsi con quella che, con il passare degli anni e con l’aumento dei fenomeni atmosferici estremi, diventa sempre più un’emergenza”.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Tredici anni fa morivano le sorelle Bellavia sotto le macerie, il sindaco: “Più aiuti per il centro storico”

AgrigentoNotizie è in caricamento