rotate-mobile
Cronaca

Anello rischiava di fermare la circolazione ad un dito: favarese soccorso dai vigili del fuoco

L'uomo avrebbe potuto perdere la falange, ma l'intervento con un flex di precisione ha permesso di evitare il peggio

Al pronto soccorso dell’ospedale “San Giovanni di Dio” è arrivato con il dito gonfio e nero. Gli si stava per fermare la circolazione del sangue al favarese sessantenne che non riusciva più a far uscire l’anello. Inutile ogni tentativo di liberarlo, provato dai medici e dagli infermieri del presidio ospedaliero. Sono stati così chiamati – non è la prima volta che si registrano fatti del genere – i vigili del fuoco del comando provinciale di Agrigento. I pompieri, nella serata di sabato, “armati” di un flex di precisione, sono accorsi e nel giro di pochi minuti sono riusciti a scongiurare il peggio: a salvare appunto il dito e la mano del sessantenne favarese. Un uomo che subito dopo i controlli del caso è stato dimesso, potendo tornare sano e salvo nella sua residenza.

Un fatto analogo si era già registrato nei mesi scorsi. Protagonista della disavventura, allora, fu un’anziana alla quale un improvviso ed accentuato rigonfiamento della mano avrebbe trasformato quell’anello in una vera e propria morsa da cui la donna non riusciva a liberarsi. E anche allora venne richiesto, appunto, l’intervento di supporto dei vigili del fuoco del comando provinciale. La squadra effettuò una delicata operazione con il supporto del personale medico e, in circa 30 minuti, grazie anche all’utilizzo di particolari attrezzature, riuscì a sfilare l’anello rimasto incastrato. 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Anello rischiava di fermare la circolazione ad un dito: favarese soccorso dai vigili del fuoco

AgrigentoNotizie è in caricamento