Lo scrittore Camilleri contro Salvini, il ministro: "Scrivi che ti passa"

Il "padre" del commissario Montalbano è stato ospite di Radio Capital, l'empedoclino ha detto a chiare lettere che non digerisce l'operato del leader della Lega

Botta e risposta tra il ministro Salvini e lo scrittore empedoclino, Andrea Camilleri. Il “padre” del Commissario Montalbano è stato ospite della trasmissione “Circo Massimo su Radio Capital. Lo scrittore non ha speso parole al miele per il leader della Lega, mettendo  al centro del dibattito l'uso del rosario in campagna elettorale da parte proprio di Matteo Salvini.

 “Non credo in Dio - ha detto Camilleri - ma vederlo impugnare il rosario dà un senso di vomito. Fa parte della sua volgarità”. Non si è fatta attendere, più di tanto, la risposta del ministro.

“Non pensavo che un rosario, parlare di Maria o di Padre Pio, potesse far vomitare. Non credevo che questo fosse sintomo di volgarità. Io continuo a lavorare e fare il mio, Camilleri scrivi che ti passa…”.

Le parole di Matteo Salvini sono state affidate ad una diretta Facebook, online sulla pagina ufficiale del ministro. “Onestamente a me dispiace. Leggo volentieri e seguo le ‘avventure’ del Commissario Montalbano. Io continuo a fare e nel mio piccolo a credere".

Potrebbe interessarti

  • Come proteggersi dalle zecche

  • Formiche in casa: rimedi naturali per eliminarle

  • Come eliminare la puzza di sigarette dai nostri ambienti domestici

  • Difese immunitarie: come migliorarle con rimedi naturali

I più letti della settimana

  • L'esplosione del mercato di Gela, c'è una vittima: si aggrava la posizione del commerciante di Grotte

  • Bimbo di 12 anni rischia di annegare, tre bagnini lo portano in salvo

  • "Adesca ragazzina e tenta di avere un rapporto orale", la scatola nera dell'auto per smentire la vittima

  • Uccise il giudice Livatino, Pace torna a Palma con un permesso speciale

  • Camilleri lotta fra la vita e la morte, Racalmuto lo ha già dimenticato

  • Tagliati 80 alberi d'ulivo, agricoltore nel mirino

Torna su
AgrigentoNotizie è in caricamento