menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Il tenente colonnello Andrea Azzolini

Il tenente colonnello Andrea Azzolini

Il ten. colonnello Andrea Azzolini nuovo comandante del Reparto operativo di Agrigento

Prende il posto del tenente colonnello Salvo Leotta, trasferito a Santiago del Cile dove riveste il ruolo di ufficiale di collegamento tra l'Arma dei carabinieri e le autorità cilene. La storia

Il tenente colonnello Andrea Azzolini è il nuovo comandante del Reparto operativo dei carabinieri di Agrigento. Prende il posto del tenente colonnello Salvo Leotta, trasferito a Santiago del Cile dove riveste il ruolo di ufficiale di collegamento tra l'Arma dei carabinieri e le autorità cilene. 

Il tenente colonnello Azzolini, 39enne, nato ad Imperia, si è arruolato nell’Arma dei Carabinieri nel 1993; vincitore di concorso per l’Accademia Militare di Modena ove ha frequentato il 175° corso dal 1993 al ‘95, indossati i gradi di Sottotenente, dal 1995 al ‘98 ha frequentato il corso d’applicazione presso la Scuola Ufficiali Carabinieri di Roma. Tenente, è stato destinato al 13°Reggimento Friuli Venezia Giulia a Gorizia, da dove ha preso parte a 4 missioni di pace nei Balcani, tre a Sarajevo, quale Comandante del Plotone della International Military Police, e una  in Kosovo, presso la Multinational Specialized Unit. Promosso Capitano, nel gennaio 2001 assume il Comando della Compagnia  Carabinieri di Osimo nelle Marche e nel 2005 viene trasferito in Salento presso la Compagnia Carabinieri di Maglie, con l’incarico di Comandante, dove è rimasto per otto anni.

Numerose le operazioni portate a termine dall'ufficiale dei carabinieri nel territorio pugliese durante la sua lunga permanenza. Tra le più rilevanti, l'inchiesta che ha portato alla scoperta di un'associazione a delinquere dedita a numerosi reati, come abuso d’ufficio, corruzione, rivelazione e utilizzazione di segreti d’ufficio, frode nelle pubbliche forniture, falsità sia materiale e ideologica commessa da pubblico ufficiale in atti pubblici, traffico di rifiuti, distruzione e occultamento di atti veri, truffa ai danni del Gse, violazioni alle norme sugli appalti e varie responsabilità amministrative. 

Ed ancora, l'operazione antidroga "Sacro cuore", che ha scoperto il giro di stupefacenti per noti professionisti e facoltosi commercianti della zona. Oppure le indagini sull'omicidio di Massimo Bianco, un 41enne di Martano freddato nelle campagne della Grecia Salentina quest'estate, per il quale sono stati arrestati in poco tempo due uomini. 

Numerosi anche i risultati registrati contro la criminalità organizzata, settore in cui il tenente colonnello Azzolini si impegnerà principalmente nel suo nuovo incarico ad Agrigento

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Apre lo "Sportello di ascolto solidale": aiuterà anche le famiglie

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

AgrigentoNotizie è in caricamento