rotate-mobile
Le decisioni

Movida sicura: street steward, ambulanza in via Atenea e "guerra" ai chioschetti abusivi a San Leone

Il prefetto ha dato incarico al Comune di verificare se, fra i migranti venditori ambulanti abituati a lavorare sul lungomare, vi siano licenze o se sia possibile dar loro autorizzazione al commercio. In estate verrà creato un villaggio "bianco". Nessuna tolleranza ad improvvisate attività, fatte anche con motoape, che danneggiano gli esercenti commerciali in regola

Non soltanto un'autoambulanza di rianimazione, ma anche gli street steward lungo via Atenea, nelle vicinanze dei locali della movida che hanno organizzato l'Urban fest. A San Leone sarà invece lotta, senza quartiere, all'abusivismo commerciale. Ma - c'è, appunto, un "ma" - facendo il distinguo fra i migranti venditori ambulanti, che sono tradizionalmente soliti piazzare lenzuola e bancarelle abusive sul lungomare, scappando a gambe levate non appena vedono avvicinarsi uomini in divisa, e gli abusivi che arrivano con la motoape o con improvvisati chioschetti che, di fatto, danneggiano gli esercenti commerciali che hanno locali o stabilimenti balneari e rendono invivibile il rione balneare. È su questo che è stata focalizzata l'attenzione dell'ultimo comitato provinciale per l'ordine e la sicurezza pubblica convocato dal prefetto Filippo Romano. Al tavolo, oltre ai vertici delle forze dell'ordine, c'erano anche alcuni titolari dei locali della movida, Confesercenti e Confcommercio. L'obiettivo è stato uno soltanto: riuscire a organizzare una movida che non crei né rischi, né pericoli.   

"Sì alla movida, no al 'tappo umano' in via Atenea": comitato per l'ordine e la sicurezza con i titolari dei locali

Spintoni, urla e cazzotti: ancora una rissa davanti ai locali della movida

Niente "tappi umani" in via Atenea 

Per via Atenea è stato concordato - per scongiurare rischi e pericoli - che, soprattutto nei fine settimana, saranno all'opera i cosiddetti street steward e sarà sempre a disposizione un'autoambulanza di rianimazione. E in questo weekend un paio di interventi importanti sono stati già fatti. Movida regolare, cercando di scongiurare risse, e sicura dunque. 

San Leone deve essere vivibile 

"Guerra"  all'abusivismo commerciale, sia sul "fronte" dei migranti venditori ambulanti che sicuramente non rendono decoroso il lungomare, sia su quello - ritenuto più rischioso ed economicamente compromettente - dei venditori di alcolici che arrivano con improvvisati chioschetti o con la motoape, mettono musica a tutto volume e danneggiano quanti invece pagano le tasse per poter lavorare in regola. 

Il prefetto ha dato incarico al Comune di verificare se, fra i migranti venditori ambulanti abituati a lavorare sul lungomare, vi siano licenze o se sia possibile dar loro autorizzazione al commercio. Verrà valutata la concessione, un numero congruo, di licenze. E questo servirà per far capire che chi lavora onestamente potrà continuare a farlo, per garantire decoro e spezzare la "massa umana" di venditori ambulanti abusivi. 

Palazzo dei Giganti sta ripulendo l'area del lungomare dove ci sono le aiuole. In estate verrà creato un villaggio "bianco" - con tante tendine - che ospiterà venditori ambulanti e artigiani. Commercio decoroso e legale dunque. 

I controlli sugli stabilimenti balneari, sia per le attività mattutine che serali, verranno fatti in maniera soft, ossia come prevede lo statuto dei contribuenti, senza allontanare i clienti. Verifiche dunque con il dovuto garbo fatto dalla guardia costiera, polizia, carabinieri, guardia di finanza e vigili urbani. Sono stati siglati dei "patti", di fatto. Prefettura e forze dell'ordine aiuteranno i commercianti e loro contribuiranno a mantenere l'ordine pubblico. 

Il prefetto incontra il Genio civile: dopo 2 settimane di stop ripartono i lavori alla pista ciclabile

La prefettura continuerà intanto a controllare i lavori pubblici fatti, al viale Delle Dune, dall'Aica e dal Genio civile. Interventi che stanno creando problemi, e anche non di poco conto, sulla viabilità e sulla sicurezza. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Movida sicura: street steward, ambulanza in via Atenea e "guerra" ai chioschetti abusivi a San Leone

AgrigentoNotizie è in caricamento