rotate-mobile
Lunedì, 27 Maggio 2024
Cronaca

Temporali e forte venti fanno scattare l'allerta "arancione", i sindaci: "Non uscite da casa... ecco tutti i divieti"

Interdetto l'uso di locali seminterrati o bassi, di giardini pubblici, impianti sportivi e cimiteri. Sconsigliato passare dalle aree "famose" per gli allagamenti o dove si potrebbero innescare esondazioni

La protezione civile ha diramato una nuova allerta meteo arancione. Temporali e raffiche di vento per tutta la giornata di domani. Il maltempo colpirà le zone dell’Agrigentino. In pre allarme i Comuni di Agrigento, Canicattì, Sciacca, Racalmuto, Ribera, Palma di Montechiaro e Licata.

Venti di burrasca, mareggiate e possibili esondazioni: è di nuovo allerta "gialla"

La protezione civile ha diramato un’allerta arancione. “Evitate transito pedonale e veicolare nei pressi di aree sottoposte ad allagamento.  Non allontanatevi durante le piogge dalle proprie abitazioni, se non per motivi urgenti”. Questi gli “avvertimenti” da parte dei comuni. L’avviso di allerta riguarda fino alle 24 di domani 26 settembre.

Alla pre allerta si è aggiunta anche Sciacca. Il sindaco Francesca Valenti: "I cittadini sono invitati ad adottare ogni opportuna precauzione e protezione e a prestare la massima attenzione soprattutto nelle aree considerate a rischio". 

Ex Provincia agli automobilisti: "Prudenza sulle strade"

Allerta arancione anche a Canicattì. Il sindaco Ettore Di Ventura ha invitato i cittadini “ad evitare di uscire di casa o a farlo solo per effettiva necessità”. Il primo cittadino di Canicatt' ha ordinato: dalle 18 del 25 fino alla mezzanotte del 26 il divieto di attività all’aperto per le scuole di ogni ordine e grado, funzionanti nel territorio comunale con la sospensione di tutte le attività didattiche esterne anche se programmate. L’interdizione delle aree pubbliche potenzialmente a rischio come: giardini pubblici, impianti sportivi all’aperto, aree giochi, cimiteri e sottopassi. L’interdizione e l’uso temporaneo dei locali interrati, seminterrati e bassi. La sospensione di tutte le manifestazioni all’aperto non chè delle attività commerciali su strada.

Non tarda ad arrivare anche l'allerta meteo arancione ad Agrigento. Ecco i divieti emessi dal sindaco Firetto. Il primo cittadino: "consiglia di evitare in caso di piogge intense il transito veicolare e pedonale in tutte le zone interessate da: allagamenti, esondazioni con particolare riguardo al Villaggio Mosè. Nel dettaglio le zone interessate sono: via dei Fiumi, viale Leonardo Sciascia. Attenzione anche a San Leone con riferimento nelle sponde del fiume Akragas, lungomare Falcone e Borsellino e viale delle Dune. Allerta anche a Fiume Naro con riferimento delle dighe San Giovanni e Furore". Il sindaco mette in risalto "la zona del fiume Ipsas tratto nei pressi dell’incrocio tra la strada provinciale per Favara sulla strada statale 640 e fiume Drago nei pressi di contrada Borsellino. Evitare, in caso di piogge intense, il transito veicolare e pedonale in tutte le zone elencate con particolare attenzione per il viale della Vittoria, via Giovanni ventitresimo, via Venticinque Aprile, via Pietro Germi. Inoltre ordina anche alla polizia locale ed a tutte le forze dell’ordine di procedere – dove necessario – di procedere all’eventuale sgombero di edifici ed alla chiusura di strade  e ponti".

Allerta arancione anche a Palma di Montechiaro, il sindaco Castellino ordina alla popolazione di: “iadottane ogni e più opportuno mezzo di protezione dai fenomeni di allegamento che potrebbero verificarsi in concomitanza delle precipitazioni a prevalente carattere di rovescio o temporale. In particolare si rammenta:  di non soggiornare o permanere in locali seminterrati o comunque posti al di sotto del livello stradale;  di non allontanarsi durante i fenomeni di precipitazioni dalle proprie abitazioni se non per motivi strettamente necessari;  di evitare il transito pedonale e veicolare nei pressi di aree già sottoposte ad allagamento;  di non spostarsi, durante i fenomeni temporaleschi, dai luoghi e dalle zone ritenute più sicuri;  di prestare attenzione agli ulteriori annunci diramati dalle autorità".

Allerta arancione anche a Racalmuto. A diramare l’allerta meteo è stata la protezione civile. Il primo cittadino Emilio Messana ha “avvisato” i cittadini. Invitando i cittadini a: “Liberare verande, balconi e terrazze da ogni oggetto che, a causa del forte vento, potrebbe spostarsi e quindi causare pericolo per la pubblica e privata incolumità. Si raccomanda, di tenersi lontani da strutture precarie e vulnerabili: verande, ponteggi, cartelloni pubblicitari, alberi, strutture particolarmente alte e serre agricole e di usare la massima prudenza”.

Messana inoltre fa sapere che si prevedono "forti temporali 25 settembre 2018 si informa la cittadinanza che il dipartimento di protezione civile regionale con avviso n. 18268 ha comunicato che, dalla serata di oggi e e per le successive 9-12 ore, si prevedono precipitazioni, a prevalente carattere di rovescio o temporale, sulla Sicilia occidentale, specie versanti meridionali. I fenomeni saranno accompagnati da rovesci di forte intensità, frequente attività elettrica, locali grandinate e forti raffiche di vento. In particolare, si prevedono precipitazioni da sparse a diffuse durante la notte, a prevalente carattere di rovescio o temporale e in rapido esaurimento prima dell’alba, sulla Sicilia centro occidentale, in particolare sui settori meridionali, con quantitativi cumulati generalmente moderati; isolate, anche a carattere di rovescio o breve temporale, sui rilievi della Sicilia orientale, con quantitativi cumulati deboli”.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Temporali e forte venti fanno scattare l'allerta "arancione", i sindaci: "Non uscite da casa... ecco tutti i divieti"

AgrigentoNotizie è in caricamento