rotate-mobile
Sabato, 21 Maggio 2022
Cronaca

Nuova giornata d'allerta "arancione", sindaco firma l'ordinanza: ecco tutti i divieti e le zone da evitare

Le interdizioni, a garanzia della pubblica incolumità, sono previste fino a mezzanotte

Nuova giornata, quella di oggi, di allerta "arancione", ossia di "preallarme". A diramarla, ieri, è stato il dipartimento di Protezione civile regionale. Il sindaco di Agrigento, Franco Micciché, ha firmato un'ordinanza di divieti ed interdizioni a garanzia della pubblica incolumità. Fino a mezzanotte di oggi, secondo l'ordinanza, ad Agrigento sarà vietata ogni attività all'aperto: mercatini rionali compresi e attività commerciali su strada; interdette le aree pubbliche potenzialmente a rischio quali: giardini pubblici, impianti sportivi all'aperto, aree giochi esterne, cimiteri e sottopassi. Le scuole, oggi, sono rimaste aperte. Ma è stato fatto divieto di usare, seppur temporaneamente, i locali interrati, seminterrati e bassi, in specie se in prossimità di alvei, sponde ed argini di torrenti e/o fiumi già oggetto di precedenti criticità e in particolare in tutta la zona del Viale Emporium (lato fiume Akragas) ovvero, via Teti, via Apollo, via Olimpo, via Giovanni Zirretta, via Giornale La Scopa, via Vesta e via Maddalusa.

Agli agrigentini è stato consigliato di non spostarsi, durante i fenomeni temporaleschi, dai luoghi e dalle zone ritenute più sicure o comunque limitare gli spostamenti, in particolare con veicoli privati, a quelli strettamente necessari ed evitare di percorrere strade potenzialmente soggette a frane e di evitare di attraversare a piedi o con automezzi gli alvei dei corsi d’acqua ed ancora di allontanarsi dalla località in caso si avvertano rumori sospetti riconducibili all’edificio (scricchiolii, tonfi) o in caso ci si accorga dell’apertura di lesioni nell’edificio.

Sarà necessario inoltre evitare, al verificarsi di precipitazioni intense, il transito veicolare e pedonale in tutte le zone già precedentemente interessate da fenomeni di allagamenti e/o esondazione con particolare riguardo al Villaggio Mosè (zona Via Dei Fiumi, Viale Leonardo Sciascia, Viale Cannatello), San Leone (adiacenze sponde foce fiume Akragas, lungomare Falcone e Borsellino e viale Dune), Fiume Naro (anche in riferimento alle eventuali manovre di rilascio delle dighe: San Giovanni e Furore), Fiume Ipsas tratto nei pressi dell'incrocio tra la strada provinciale per Favara e la statale 640, fiume Drago nei pressi di Contrada Borsellino e strada provinciale 1 e dei relativi ponti di attraversamento, usando in caso di estrema necessità percorsi alternativi. − evitare, al verificarsi di precipitazioni intense, il transito veicolare e pedonale in tutte le zone precedentemente interessate da fenomeni di dissesto di versanti e/o banconi con particolare riguardo al sito di attenzione PAI ricadente lungo tutto il Viale della Vittoria, Via Giovanni XXIII, Via XXV Aprile, Via Pietro Germi (Villaggio Mosè), usando in caso di estrema necessità percorsi alternativi.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Nuova giornata d'allerta "arancione", sindaco firma l'ordinanza: ecco tutti i divieti e le zone da evitare

AgrigentoNotizie è in caricamento