menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Strade allagate e invase dal fango, case a rischio crollo e famiglie isolate: è emergenza maltempo

Acqua alta - come da tradizione - al viale Delle Dune a San Leone e infiltrazioni in un'abitazione di via Oblati, nel quartiere di San Giacomo. I vigili del fuoco corrono da un capo all'altro della provincia per evitare rischi e tamponare i disagi

Acqua alta al viale Delle Dune a San Leone. Albero caduto in via Porto Empedocle a Montaperto e infiltrazioni d'acqua, con rischio crollo, in un'abitazione di via Oblati, nel quartiere di San Giacomo, ad Agrigento. Sono questi soltanto alcuni, nelle ultime ore, degli interventi effettuati, o addirittura in corso, dei vigili del fuoco del comando provinciale. L'ondata di maltempo che ha determinato - da parte della Protezione civile regionale - il provvedimento di allerta "arancione" sta creando però danni e disagi soprattutto nell'area del Saccense. 

Allerta meteo "arancione", cimiteri chiusi il giorno di Ognissanti 

Proprio a Sciacca, i vigili del fuoco continuano a ricevere richieste di intervento per infiltrazioni d'acqua e per allagamenti. I pompieri sono già intervenuti in via Aldo Moro, in via Dei Frassini e in via Giordano Bruno. Auto impatanata dal fango e automobilista intrappolato in contrada San Giorgio. Strada dissestata, a rischio cedimento, lungo la 624, all'altezza del chilometro 79,2. Ma i vigili del fuoco sono intervenuti, sempre per allagamenti, in via Anna Frank e in viale Siena dove una cabina elettrica si è allagata e continuano ad esserci scintille. Letteralmente sommersa dal fango la via Lido e pesanti sono i disagi per quanti vivono all'Arenella, a San Marco e in contrada Foggia. Alcune famiglie - due delle quali hanno disabili - che risiedono a Nadore sono rimaste isolate. Il maltempo ha devastato la già precaria strada che, da stamani, è percorribile soltanto a piedi. Allagato, completamente, il sottopassaggio dello stadio Gurrera. A Sciacca, a forza di collocare transenne, il magazzino del Comune s'è letteralmente svuotato. 

Disagi, ma meno emergenziali rispetto a quanto sta accadendo a Sciacca, anche a Favara dove molte strade del centro urbano si sono allagate. I pompieri continuano a correre da un capo all'altro della provincia, cercando di fare il possibile - anzi, pure l'impossibile, - per scongiurare rischi e per tamponare i disagi.  

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Apre lo "Sportello di ascolto solidale": aiuterà anche le famiglie

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

AgrigentoNotizie è in caricamento