rotate-mobile
Cronaca

Nel ricordo di un capitano che non c'è più, scoperta una stele commemorativa per il Alexander Hardcastle

A fare gli onori di casa nel corso della cerimonia organizzata dal Cepasa, presso la quale sono intervenute le maggiori autorità civili, politiche, militari del capoluogo, è stato il direttore generale dell’Asp di Agrigento, Alessandro Mazzara

Questa mattina è stato ricordato il capitano Alexander Hardcastle. Una giornata a lui dedicata che, ha avuto come palcoscenico, la "Cittadella della salute di Agrigento".  In occasione dell’anniversario della morte, avvenuta il 26 giugno dell’ormai lontano 1933. Questa mattina è stata scoperta, in suo onore, una lapide commemorativa corredata da una effige bronzea, che recita: "In questo luogo, un tempo di sofferenza mentale e fisica di corpi sventurati e anime tormentate, fosti magnanimo per vivere e stoico per morire”.

La commemorazione di Alexander Hardcastle

A fare gli onori di casa nel corso della cerimonia organizzata dal Cepasa, presso la quale sono intervenute le maggiori autorità civili, politiche, militari del capoluogo, è stato il direttore generale dell’Asp di Agrigento, Alessandro Mazzara. Il drappo che copriva la stele dedicata al capitano londinese, “straniero di nascita ed agrigentino d’elezione”, è stato tolto dal presidente della commissione salute dell’assemblea Regionale Siciliana, Margherita La Rocca Ruvolo.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Nel ricordo di un capitano che non c'è più, scoperta una stele commemorativa per il Alexander Hardcastle

AgrigentoNotizie è in caricamento