rotate-mobile
Lunedì, 16 Maggio 2022
Cronaca

Il giorno della festa, Silvio Alessi: "L'Akragas c'è, grazie Giavarini"

Il patron ha ringraziato a più riprese il socio e amico. "Non è stato facile convincerlo - ha dichiarato l'imprenditore - ma alla fine ci siamo riusciti"

L’Akragas c’è, adesso via alla programmazione. Il club si iscrive al campionato di serie C, presentato regolare ricorso. Quest’oggi, conferenza stampa del presidente Silvio Alessi, al suo fianco anche l’avvocato Caponetto, cuore della società di Agrigento e faccia che ha da sempre difeso i colori biancazzurri.

Insieme, Biagio Nigrelli team manager ed il segretario Filippazzo. "Abbiamo rischiato di non farcela – ha detto Alessi – il reperimento delle somme non è stato facile. Ringrazio ancora Giavarini, ha dimostrato un grande senso di responsabilità. Ha voluto per l’ultima volta mettere il suo contributo, abbiamo salvato questo titolo. Io, sono la garanzia che ha chiesto la Lega. Il mio grazie va anche ai tifosi, ma anche ai soci. Anche se il mio grazie maggiore va a Giavarini. E’ stato anche bello vedere i tifosi con noi, è stato un segnale averli con noi. Di questo ne è consapevole anche Giavarini”.

 Sul fronte nuovi soci Alessi è chiaro: "Mi preme ringraziare alcuni soci di minoranza, ad esempio Trupia, La Mantia, Lupo. La squadra – continua Alessi – è un patrimonio della città. Adesso però, il Comune deve permetterci di giocare allo stadio ‘Esseneto’. Essere qui, è davvero un’impresa titanica. Giavarini è l’artefice di questo risultato. Cordata romana? Non c’è stato nessun incontro. Nei prossimi giorni fisseremo un faccia a faccia a Milano, per chiarire la loro posizione. Con il loro ingresso  ci sarebbero nuovi capitali e quindi maggiore serenita’”. Sull’aspetto tecnico, Alessi è chiaro: “Io terre Di Napoli”.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Il giorno della festa, Silvio Alessi: "L'Akragas c'è, grazie Giavarini"

AgrigentoNotizie è in caricamento