menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Silvio Alessi e Marcello Giavarini

Silvio Alessi e Marcello Giavarini

Akragas e fidejussioni, Giavarini fa muro: "Voi mi insultate? Io non pago"

L'azionista di maggioranza torna a parlare. L'imprenditore di Licata, è in fiume in piena. "Tutti bravi ad atteggiarsi in tv"

Torna a parlare Marcello Giavarini. L'ormai ex presidente dell'Akragas, da lontano fa sapere che non porrà nessuna firma sulla fidejussione di garanzia. L'imprenditore, si rifà aglii "insulti" ricevuti sabato, in occasione della sfida contro il Fondi. Partita, pareggiata allo scadere, grazie ad un eurogol di Sicurella.

IL COMUNICATO STAMPA DI MARCELLO GIAVARINI

"In merito alla scadenza della fiejussione che l’Akragas deve firmare e consegnare entro domani, martedì 31 Gennaio, alla Lega, mi è stato chiesto di firmarla personalmente. Come voi  tutti  sapete io sono socio dimissionario.  Anche se volessi, come potrei firmare una garanzia di 350.000 euro in favore dell’Akragas quando ancora una volta, sabato scorso, sugli spalti i tifosi inneggiavano allo slogan 'Giavarini vai a Licata'? Ed ancora come potrei firmare 350.000 euro a carico solamente delle mie spalle per l’Akragas. Mi hanno fatto allontanare e perdere l’interesse. Non posso fare il presidente onorario di una squadra in esilio, perche allo stadio non c’è un clima positivo nei miei confronti, anche  dopo avere salvato l’Akragas dal fallimento.

CLICCA CONTINUA, PER CONTINUARE A LEGGERE

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

La provincia sempre più digitale, rilasciate 100 mila identità Spid

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

AgrigentoNotizie è in caricamento