rotate-mobile
Giovedì, 19 Maggio 2022
Cronaca

Ancora disservizi idrici in città, Di Rosa: "Pronto ad incatenarmi davanti alla prefettura"

Il vicepresidente del Codacons denuncia problemi di approvvigionamento ma anche troppo "silenzio" da parte della politica

Disservizi idrici in provincia, è il tempo delle "catene". Ad annunciare la volontà di una protesta plateale davanti alla Prefettura di Agrigento è il vicepresidente provinciale del Codacons, Giuseppe Di Rosa. 

"Molte zone della città non sono servite con la distribuzione ordinaria né con il servizio di autobotte - spiega -. La gente continua a contattarci, ma noi non possiamo fare altro che amplificare la voce dei cittadini comuni, che sono esasperati da un servizio scadente approssimativo e per nulla efficiente. Nel frattempo ci tocca leggere sui social che a Villaseta arriva l’acqua grazie all’interessamento di un politico: siamo alla pazzia pura".

Lungo l'elenco di disservizi secondo Di Rosa: "Nessun miglioramento del servizio, nessun risparmio per i cittadini, servizio scadente, città ridotte ad una cloaca piene di transenne e pozzanghere, città ridotte a vere e proprie gruviere, eppure nessuno ha nulla da ridire, consigli comunali silenti (con dipendenti al loro interno), giunte conniventi (con i loro parenti al servizio di AICA promossi addirittura a quadri aziendali), sindaci assenti (tranne qualche timida e sparuta apparizione). Chi c’era e quali interessi si celavano dietro a molte delle associazioni pro acqua pubblica che facevano la guerra al gestore privato e che promettevano ai cittadini chissà quali benefici ed oggi sono sparite nella penombra? Erano tutti assoldati? E da chi?".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Ancora disservizi idrici in città, Di Rosa: "Pronto ad incatenarmi davanti alla prefettura"

AgrigentoNotizie è in caricamento