rotate-mobile
Martedì, 17 Maggio 2022
Cronaca

L'Aica ha 800mila euro di crediti dai Comuni, appello del Cartello sociale: "Pronti ad altre manifestazioni"

L'associazione che raggruppa sindacati e diocesi attacca gli enti morosi: "Perchè viene consentito di non pagare?". Il sindaco di Agrigento, Franco Miccichè, raccoglie l'invito: "Ho dato mandato agli uffici di versare il dovuto"

I Comuni hanno accumulato un debito di oltre 800mila euro nei confronti dell'Aica per i servizi erogati nelle proprie sedi.

Il Cartello sociale, che giovedì per questa ragione ha protestato in prefettura, si rivolge con una lettera aperta al consiglio di amministrazione della società che gestisce il servizio idrico "per conoscere quali azioni intende porre in essere per il recupero di queste risorse economiche non proprio modeste. Non comprendiamo - sottolineano i rappresentanti del cartello che raggruppa sindacati e diocesi - perché un cittadino, magari disoccupato, viene immediatamente diffidato e nei suoi confronti si avviano le procedure di riscossione coatta mentre ai Comuni è consentito di non pagare".

La Cgil, la Cisl e la Uil si rivolgono a quei sindaci che pubblicamente hanno dichiarato di non voler girare le risorse ricevute in prestito dalla Regione per consentire ad Aica di poter fare fronte alle spese impellenti, per sapere i motivi dei ritardi e stigmatizzano il comportamento dei comuni morosi. 

"Il Comune di Raffadali - attaccano - ha un debito per bollette non pagate per circa 75.000 euro, il Comune di Licata circa 120.000 euro, il Comune di Palma di Montechiaro per 140.000".

E poi ancora il cartello torna a fare un appello ai Comuni che hanno già avuto le risorse "di seguire l'esempio del Comune di Montevago che nella giornata di ieri ha versato le risorse economiche per 75.000 euro ricevute dall'assessorato e girate ad Aica.

"Il Cartello sociale, come promesso, la settimana prossima se non riceverà riscontro da parte dei Comuni che hanno ricevuto i soldi e che non hanno proposto la relativa delibera al consiglio comunale manifesteranno davanti la sede di ogni singolo Municipio".

Una risposta in questa direzione arriva dal sindaco di Agrigento, Franco Miccichè. "Ho già dato mandato agli uffici - dice - di rimettere all’Aica le somme che il Comune di Agrigento ha ricevuto nei giorni scorsi dalla Regione siciliana".

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

L'Aica ha 800mila euro di crediti dai Comuni, appello del Cartello sociale: "Pronti ad altre manifestazioni"

AgrigentoNotizie è in caricamento