rotate-mobile
Giovedì, 28 Settembre 2023
Servizio idrico

Fondi straordinari per Aica, i comuni fanno "orecchie da mercante": arriva l'aut-aut

A firmarlo è il presidente dell'Assemblea Alfonso Provvidenza: al momento trasferito solo il 40 per cento circa degli oltre 10milioni di euro previsti, si rischia di perdere tutto

Tre milioni e qualche "spicciolo" a fronte di oltre dieci milioni di euro che dovrebbero servire per consentire ad Aica di avviare le proprie attività. Questo è il consuntivo ad oltre un anno e qualche mese da quando, il 3 agosto 2021, la Regione consentì ai Comuni grazie ad una legge di trasferire all'azienda consortile delle somme per garantirne la vita in "autonomia", contenuto in una lettera inviata a tutti i sindaci dal presidente dell'Assemblea di Aica, Alfonso Provvidenza.

Solo 16 sono i comuni che hanno presentato istanze di erogazione delle risorse: Agrigento, Caltabellotta, Campobello di Licata, Castrofilippo, Cattolica Eraclea, Favara, Grotte, Joppolo Giancaxio, Lucca Sicula, Montallegro, Montevago, Raffadali, Realmonte, Sant'Angelo Muxaro, Siculiana e San Biagio Platani. Di questi solo 12 hanno versato, cioè tutti tranne Raffadali, Montallegro e Realmonte, con Siculiana che ha già ottenuto le risorse ma non ha versato ancora nulla al gestore.

Tutti gli altri comuni, al momento, fanno "orecchie da mercante". Se Sambuca di Sicilia, Sciacca e Naro hanno adottato le delibere da parte dei Consigli comunali di approvazione del piano di rientro, al momento non si hanno notizie di Aragona, Calamonaci, Canicattì, Casteltermini, Comitini, Licata, Palma di Montechiaro, Porto Empedocle, Racalmuto, Ravanusa, Ribera, San Giovanni Gemini, Santa Elisabetta, Villafranca Sicula. 

A questo, ricostruisce Provvidenza, si aggiungono problemi di gestione più articolati: il Comune di Palma di Montechiaro, ad esempio, non si sta ad oggi attivando per consegnare reti e impianti idrici, mentre per Camastra Aica si sta attivando per diffidare l'amministrazione agli enti competenti. 

"Per quanto sopra - conclude Provvidenza - si invitano le funzioni politiche in indirizzo a provvedere nel brevissimo periodo a porre in essere i necessari atti politici e amministrativi di competenza ovvero ad assumere le diverse scelte ritenute opportune". 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Fondi straordinari per Aica, i comuni fanno "orecchie da mercante": arriva l'aut-aut

AgrigentoNotizie è in caricamento