menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Migranti in fuga da struttura d'accoglienza (foto archivio)

Migranti in fuga da struttura d'accoglienza (foto archivio)

Vuol tornare nel centro d'accoglienza da dove era scappato e aggredisce i poliziotti: arrestato

Gli agenti della sezione Volanti hanno riportato ferite e contusioni giudicate guaribili, dai sanitari del pronto soccorso dell’ospedale “San Giovanni di Dio”, in sette giorni a testa

Voleva rientrare nella struttura d’accoglienza “La mano di Francesco”. E voleva farlo a tutti i costi, senza sentir ragioni o spiegazioni da parte di chi gli continuava a ripetergli che non era possibile in automatico visto che, una settimana prima, s’era spontaneamente ed arbitrariamente allontano. Ad un certo punto, il gambiano di 24 anni s’è scagliato – aggredendo di fatto – contro la responsabile della struttura d’accoglienza e contro i due poliziotti della sezione Volanti che erano immediatamente sopraggiunti, non appena è arrivata la segnalazione. L’immigrato è stato bloccato, e non è stato per niente semplice, e arrestato per resistenza, minacce e lesioni a pubblico ufficiale. L’arresto è stato convalidato nella giornata di ieri. Il magistrato ha applicato al ventiquattrenne la misura cautelare dell’obbligo di firma.

I due poliziotti della sezione Volanti hanno riportato ferite e contusioni giudicate guaribili, dai sanitari del pronto soccorso dell’ospedale “San Giovanni di Dio”, in sette giorni a testa. Gli agenti sono però, nonostante l’uomo desse in escandescenze, riusciti a bloccarlo e a riportare la calma nel piazzale antistante al centro d’accoglienza. Non è chiaro, si tratta di un aspetto che non è stato possibile far emergere, dove, in questa settimana d’assenza dalla struttura, il giovane extracomunitario sia stato. Né, naturalmente, perché, per quale motivo, ha cambiato idea e dopo essersi allontanato, sia tornato indietro. Non è la prima volta che accade. Sono tanti i migranti ospiti di queste strutture che dopo la fuga, a distanza di ore o di giorni, tornano sui loro passi perché hanno bisogno di un tetto sulla testa e di pasti caldi. 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • Cronaca

    Gioca 10 euro e ne vince 2milioni: caccia al fortunato di Cattolica Eraclea

  • Cronaca

    Un agrigentino a "Uomini e donne", Gero Natale debutta su Canale 5

  • Sport

    L'ex "portierone" Daniele Indelicato vola a Dubai: affiancherà Sosa

Torna su

Canali

AgrigentoNotizie è in caricamento