"Trovato senza patente minaccia d'incendiare la moto e si scaglia contro i poliziotti": arrestato

Il diciottenne, messo ai domiciliari in attesa della direttissima, dovrà rispondere di resistenza a pubblico ufficiale e lesioni aggravate. Gli agenti sono rimasti leggermente feriti

Pattuglie della Stradale (foto ARCHIVIO)

Avrebbe dovuto essere un ordinario controllo stradale. Certamente con qualche multa visto che il giovane, in sella a quella moto, è risultato essere senza casco, senza assicurazione e con la patente di guida mai conseguita. Un controllo – realizzato, in piazza Madonna della Catena a Villaseta, dalla polizia Stradale di Agrigento – che ha però scatenato il caos.

Il diciottenne agrigentino, tentando verosimilmente di sottrarsi a quel controllo che si sarebbe tradotto in una raffica di sanzioni e nel sequestro del mezzo, ha minacciato di incendiare la moto proprio davanti agli agenti. Avrebbe aperto il serbatoio e dato fuoco ad un fazzolettino di carta. I poliziotti della Stradale glielo hanno, naturalmente, subito impedito e il ragazzo – stando all’accusa – sarebbe andato in escandescenze. Avrebbe iniziato a spintonare e a minacciare i due poliziotti. Era passata mezzanotte quando, appunto, nel rione periferico di Villaseta accorrevano altre pattuglie della polizia e un’autoambulanza del 118. Un movimento, in piazza Madonna della Catena, che non è passato appunto inosservato ai cittadini. Il diciottenne, senza non poche difficoltà, è stato portato in caserma ed arrestato. Il sostituto procuratore di turno, Cecilia Baravelli, gli ha contestato le ipotesi di reato di resistenza a pubblico ufficiale e lesioni aggravate. I due poliziotti della Stradale sono infatti rimasti leggermente feriti e sono stati soccorsi e medicati dai sanitari dell’ambulanza del 118. Sette i giorni di prognosi, a testa, che gli sono stati refertati.

L’arresto – per resistenza a pubblico ufficiale e lesioni aggravate appunto - è avvenuto in flagranza di reato e il diciottenne agrigentino ha nominato quale suo difensore di fiducia l’avvocato Salvatore Cusumano. In attesa della direttissima, che verosimilmente si terrà nelle prossime ore, il ragazzo è stato posto agli arresti domiciliari.

In piazza Madonna della Catena, i poliziotti della Stradale – ma sono sopraggiunti anche quelli della sezione Volanti – avrebbero dovuto fare un semplice controllo stradale. Il momento di caos si è trasformato, appunto, in un arresto, in flagranza di reato, per resistenza a pubblico ufficiale e due poliziotti si sono fatti male. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Focolaio di coronavirus in casa di riposo, oltre 50 i positivi: Campobello è a rischio "zona rossa"

  • Auto sbatte contro un cancello e si ribalta lungo la statale 122, morto il ventiseienne

  • Paura e contagi fuori controllo nell'Agrigentino, Cuffaro sbotta: "La verità? Siamo in mano a nessuno"

  • Coronavirus, boom di contagi ad Aragona: 24 in un solo giorno e si arriva a 65 positivi, un'altra vittima a Canicattì

  • Coronavirus, i positivi continuano ad aumentare: chiuse piazze e vie e stop alle scuole

  • Incidente sulla statale 115: violento scontro frontale fra auto, due feriti in ospedale

Torna su
AgrigentoNotizie è in caricamento