Villa Sikania: trasferiti i migranti positivi al Covid e rafforzato il dispositivo di sicurezza

Il prefetto ha presieduto una riunione tecnica di coordinamento delle forze di polizia ed ha fatto visita, in ospedale, al poliziotto ferito

Il centro d'accoglienza Villa Sikania

Disposta "una ulteriore sensibilizzazione del dispositivo di sicurezza" a presidio del centro d'accoglienza Villa Sikania e al via i trasferimenti dei migranti risultati positivi al Covid-19. Persone che raggiungeranno Palermo e verranno imbarcate sulla nave quarantena "Allegra".

Dopo la tragedia in cui ha perso la vita l'eritreo di 20 anni, ospite del centro d'accoglienza di Siculiana, si è svolta una riunione tecnica di coordinamento delle forze di polizia. A presiederla, il prefetto di Agrigento, Maria Rita Cocciufa. Vi ha preso parte anche il sindaco Leonardo Lauricella. E' stato ricostruito quanto è accaduto nella notte fra giovedì e venerdì: due migranti ospiti della struttura hanno approfittato del "cambio turno" del personale delle forze di polizia impegnato nella vigilanza e hanno tentato la fuga. Fuga che s'è conclusa con la morte - poiché investito da un Suv - del giovane immigrato e con il ferimento di alcuni poliziotti.

Eritreo investito e ucciso dopo la fuga da Villa Sikania: operato il poliziotto ferito, Viminale dispone trasferimenti

"Nel corso dell’incontro è stato, tra l’altro, verificato il funzionamento del dispositivo di sicurezza, istituito nel centro che in questo periodo è costituito dal massiccio dispiegamento di 65 unità, per ogni turno, delle forze di polizia e dei militari dell’Esercito - hanno reso noto dalla Prefettura - . E' stata disposta una ulteriore sensibilizzazione del dispositivo, in particolare in questa delicata fase che comporta una proroga della presenza dei migranti nella struttura. Proroga disposta dall’autorità sanitaria a seguito dell’esito di alcuni tamponi risultati positivi" - prosegue la Prefettura - .  

Il prefetto, assieme ai vertici delle forze di polizia, si è recato al centro “Villa Sikania” per incontrare il personale impegnato nelle attività di vigilanza e ringraziarlo per il costante impegno profuso con abnegazione, competenza e professionalità. Insieme al questore, il prefetto Cocciufa ha, poi, fatto visita, in ospedale, all’assistente di polizia rimasto gravemente ferito nell’incidente. Al trentaquattrenne è stata espressa solidarietà e parole di gratitudine "per il forte senso del dovere al servizio delle Istituzioni dimostrato nella infelice circostanza". 

Fuga da Villa Sikania: investito e morto un giovane eritreo, tre poliziotti feriti: arrestato 34enne

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus: la Sicilia diventa zona gialla, Musumeci: "Non è un liberi tutti"

  • Incidente sulla statale 115: scontro fra auto e furgone, morta una 59enne di Licata

  • Coronavirus e zona "gialla", ecco tutte le regole in vigore da domani

  • L'incubo deviazione è finito: dopo 2 anni e 2 mesi riapre la galleria Spinasanta

  • Coronavirus, 4 morti fra Campobello, Palma e San Biagio: tornano ad aumentare i contagi

  • Coronavirus, il bollettino dell'Asp: 88 nuovi positivi, 6 ricoverati e 2 vittime

Torna su
AgrigentoNotizie è in caricamento