Cronaca

Ubriachi e con il "piede pesante": raffica di denunce e sanzioni

I poliziotti della Stradale, per contrastare le "stragi del sabato sera", sono stati impegnati durante l'ultimo fine settimana su tutto il territorio della provincia

Un precedente servizio di telelaser

Quattro sono stati trovati ubriachi e sono stati denunciati, in stato di libertà, alla Procura della Repubblica di Agrigento. L'ipotesi di reato contestata è guida in stato d'ebbrezza alcolica. Altri cinque automobilisti sono stati invece "incastrati" dal telelaser perché, lungo la statale 115, sfrecciavano a velocità sostenuta. La massima accertata è stata di 170 chilometri orari. 

Tour de force, anche in quest'ultimo fine settimana, per i poliziotti della Stradale di Agrigento che sono coordinati dal vice questore aggiunto Andrea Morreale. Per contrastare le "stragi del sabato sera", gli agenti - su indicazione del compartimento polizia Stradale di Palermo e del questore di Agrigento, Rosa Maria Iraci, sono stati impegnati su tutto il territorio della provincia. A livello nazionale, del resto, s'è registrato - in questi primi giorni del 2020 - un preoccupante andamento infortunistico. Quattro, appunto, le persone che sono state trovate ubriache alla guida. Ad essere denunciati sono stati: A. I., 31 anni di Agrigento, trovato con un valore di 1,08 g/l; C. G., 39 anni di Canicattì, trovato con un valore di 1,08 g/l; G. G., 50 anni residente ad Agrigento, trovato con un valore di 1,79 g/l e la venticinquenne agrigentina E. M. M. che aveva un valore di 1,12 g/l. 

Massima l'attenzione - dei poliziotti della Stradale - anche contro l'eccesso di velocità. E' stato, infatti, predisposto un servizio telelaser lungo la statale 115 e nel corso di queste verifiche sono state riscontrate 5 infrazioni, con una velocità accertata massima di 170 chilometri orari. Contestuale è stato, naturalmente, l'immediato ritiro della patente di guida.  

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Ubriachi e con il "piede pesante": raffica di denunce e sanzioni

AgrigentoNotizie è in caricamento