Truffe con finti posti di lavoro, il processo "Demetra" si arena dopo quattro anni

La prolungata assenza per maternità di un giudice costringe all'azzeramento, la prescrizione è dietro l'angolo

La difesa non dà il consenso a utilizzare gli atti acquisiti in precedenza: quattro anni dopo i rinvii a giudizio, decisi dal giudice Francesco Provenzano, si arena definitivamente il processo scaturito dall’inchiesta “Demetra” che avrebbe sgominato una maxi truffa ai danni di Inps e Inail attraverso la creazione di false aziende per posti di lavoro “fantasma”.

Per completare il dibattimento a carico di 53 imputati, evitando che la prescrizione lo spazzasse via, l’ex presidente della prima sezione penale Giuseppe Melisenda Giambertoni, per quasi due anni, nonostante il trasferimento alla Corte di appello di Caltanissetta, rientrava periodicamente per evitare di dover cambiare il collegio e azzerare tutto. Fino allo scorso autunno quando un magistrato dell’ufficio ha dovuto astenersi per la maternità.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

La difesa non ha dato il consenso a utilizzare gli atti e il processo, di fatto, si è bloccato con la prescrizione che spazzerà la quasi totalità dei reati. Ieri è stato individuato un collegio che potrà stabilmente celebrarlo. Sarà diretto dal presidente della prima sezione penale Alfonso Malato e completato dai giudici a latere Alessandro Quattrocchi e Giuseppa Zampino. Dopo il breve passaggio veloce di ieri si ripartirà il 3 maggio con l’audizione di dieci testi della lista del pm che erano stati già sentiti e torneranno per la seconda volta. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, il bollettino dell'Asp: calano i contagi, ma ci sono Comuni dove si registra un'impennata

  • Coronavirus, boom di contagi fra Licata, Sciacca, Porto Empedocle e Raffadali: anche 2 bimbi e una docente

  • Aumentano i contagi da Covid, sospesi i mercatini settimanali: ecco dove

  • Coronavirus: boom di contagi in città (+7), Licata (+7) e Canicattì (+10), positivi alunni, docente e operatore: scuole chiuse

  • Coronavirus, la curva dei contagi continua a salire: morta 93enne, due vittime in poche ore

  • Coronavirus, sono 18 i nuovi casi positivi: il contagio non si arresta

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
AgrigentoNotizie è in caricamento