rotate-mobile
Lunedì, 28 Novembre 2022
Cronaca

Traffico di migranti e contrabbando, l'inchiesta "Barbanera" approda al riesame

La difesa di Salvatore Spalma: "Non fa parte di alcuna organizzazione a delinquere, quadro indiziario insussistente"

"Salvatore Spalma non fa parte di alcuna associazione a delinquere, è estraneo sia al traffico di migranti che alle accuse di contrabbando".

L'avvocato Salvatore Pennica, difensore dell'agrigentino Salvatore Spalma, 30 anni, finito in carcere il 15 gennaio nell'operazione "Barbanera", coordinata dalla Direzione distrettuale antimafia di Palermo, chiede al tribunale del riesame di annullare il provvedimento restrittivo ritenendo che il quadro indiziario sia insussistente.  

Traffico di migranti, scatta l'operazione "Barbanera": fermati tre agrigentini

L'inchiesta ipotizza l’esistenza di un’organizzazione a delinquere che avrebbe messo in piedi un traffico di migranti e un contrabbando di tabacchi lavorati, con base in più province, che faceva arrivare gli stranieri con dei gommoni veloci. Fra i destinatari del provvedimento di fermo, disposto dalla Direzione distrettuale antimafia ed eseguito dalla Guardia di Finanza, anche tre agrigentini. Si tratta, oltre che dello stesso Spalma, di Filippo Solina, 51 anni, di Lampedusa e di Francesco Sacco, 53 anni, di Porto Empedocle.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Traffico di migranti e contrabbando, l'inchiesta "Barbanera" approda al riesame

AgrigentoNotizie è in caricamento