menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Forza la porta e tenta il furto in una casa estiva, 30enne incastrato dai carabinieri

Il giovane, grazie ad una rapida attività investigativa dei militari dell'Arma, è stato denunciato alla Procura

Tentato furto. E' per questa ipotesi di reato che un trentenne agrigentino, già noto alle forze dell'ordine, è stato denunciato alla Procura. Il giovane, incastrato dall'attività investigativa dei carabinieri della stazione del Villaggio Mosè e dalla videosorveglianza, sarebbe responsabile d'essersi introdotto, lo scorso lunedì, in un'abitazione estiva - quindi al momento disabitata - di via John Palak a Cannatello.

Il trentenne, stando a quanto è stato accertato dai militari dell'Arma, sarebbe riuscito a forzare la porta di ingresso dell'abitazione e ad introdursi. Poi, però, qualcosa o qualcuno lo avrebbe messo in fuga, di fatto senza portare via nulla. Lo stesso proprietario della residenza estiva non è riuscito ad accertare se mancasse o meno qualcosa dalla casa di Cannatello. I carabinieri della compagnia di Agrigento, a seguito del registrarsi - dopo un periodo di tregua concesso dalla microcriminalità - di nuovi furti o tentati furti nelle abitazioni dei rioni estivi, sono tornati ad alzare la guardia anche su questo "fronte".

Oltre agli innumerevoli servizi di prevenzione e monitoraggio, i militari dell'Arma - ancora una volta - con un'attività investigativa mirata sono riusciti a dare un nome e cognome all'uomo - il trentenne agrigentino già noto alle forze dell'ordine appunto - che s'è intrufolato nella casa estiva di via John Palak. I servizi per prevenire e reprimere questo genere di reati, ma non soltanto, naturalmente, continueranno.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

La provincia sempre più digitale, rilasciate 100 mila identità Spid

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

AgrigentoNotizie è in caricamento