rotate-mobile
Martedì, 30 Novembre 2021
Cronaca

Quella tassa sconosciuta: i bus non pagano lo stazionamento, 88 multe in 3 mesi

Alle sanzioni, 100 euro ad autobus, si aggiungono alle ingiunzioni e anche in questo caso sono a raffica: le imprese, proprietarie dei mezzi turistici, non solo non onorano il tributo ma neanche la contravvenzione

Quella tassa sconosciuta. E' il tributo - approvato in consiglio comunale di Agrigento nel settembre del 2014 - che prevede una tariffa giornaliera per gli autobus turistici che giungono in città. E' la cosiddetta tassa di stazionamento.

Ma di pagare il bollettino o fare il bonifico, per poi esporre sul cruscotto il cedolino, tutti - o quasi - dimenticano. Sono ben 88 le multe elevate, dalla polizia municipale, ad altrettanti autobus che non l'hanno pagata quella tassa. 

Nel primo trimestre dell’anno in corso, la raffica di controlli dei vigili urbani ha prodotto una vera e propria “strage”. Sanzioni su sanzioni (100 euro ad autobus) che si aggiungono alle ingiunzioni di pagamento – e anche in questo caso sono a raffica – perché le imprese, proprietarie degli autobus turistici, non solo non pagano la tassa di stazionamento ma neanche la multa per non averla pagata quella tassa.

I controlli - soprattutto sulle vie Panoramica dei Templi, Passeggiata archeologica e Caduti di Marzabotto - proseguiranno e laddove possibile, in concomitanza con la stagione estiva, verranno pure potenziati. All'orizzonte si scorge però un don Chisciotte della Mancia che combatte contro i mulini a vento.  

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Quella tassa sconosciuta: i bus non pagano lo stazionamento, 88 multe in 3 mesi

AgrigentoNotizie è in caricamento