menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Coronavirus: negativi i tamponi di medici e infermieri di Cardiologia, test pre-dimissioni per il sanitario di Sciacca

Il personale dell'ospedale "San Giovanni di Dio" era stato sottoposto all'esame epidemiologico dopo che una 76enne di Favara, ricoverata nel reparto, era risultata positiva. Le condizioni della 49enne, in servizio al "Giovanni Paolo II", sono in netto miglioramento

I primi 5 tamponi sul personale sanitario del reparto di Cardiologia – primario Giuseppe Caramanno compreso – sono negativi. Gli esiti delle verifiche epidemiologiche, ieri sera, hanno portato una ventata di ottimismo e speranza all’ospedale “San Giovanni di Dio” di Agrigento. Medici, infermieri e pazienti erano stati sottoposti all'indagine epidemiologica dopo che una 76enne di Favara, ricoverata al reparto di Cardiologia, era risultata posiitiiva al Covid-19.

Anziana positiva al Covid-19, Cardiologia resta in funzione: sottoposti a tamponi anche 2 pazienti

Ma il numero di contagiati da Covid-19, anche in questa provincia, aumenta. Stando ai dati forniti, ieri mattina, dal prefetto Dario Caputo gli agrigentini affetti da Coronavirus sono 27, cinque in più rispetto alle precedenti 24 ore. Ma è un dato che, nel corso delle ore di ieri stesso, è andato aggiornandosi con nuovi test risultati positivi. Così a Palma di Montechiaro dove il sindaco Stefano Castellino ha annunciato, con un video messaggio sui social, il primo caso.

Coronavirus, primo caso a Palma di Montechiaro: ricoverato in Terapia intensiva un medico 70enne

Al reparto di Malattie infettive dell'ospedale "Sant'Elia" di Caltanissetta, fra i 10 ricoverati, 9 dei quali positivi al Coronavirus, due sono di Sciacca e di Agrigento. Al reparto di Terapia Intensiva dedicata Covid sono presenti invece tre pazienti: il primo di Licata, il secondo di San Cataldo ed il terzo della provincia di Agrigento (di quest’ultimo si aspetta ancora l’esito del tampone).

Emergenza Coronavirus, c'è anche un carabiniere fra i 27 contagiati agrigentini

L’incremento dei casi è verosimilmente dovuta - hanno reso noto dall'Asp di Caltanissetta - a comportamenti non conformi alle direttive ministeriali. Si raccomanda, ancora una volta, l’obbligo di permanenza domiciliare, unico strumento consistente per il contenimento della diffusione virale. Il direttore generale, Alessandro Caltagirone, informato dal direttore di Malattie Infettive, Giovanni Mazzola, si dice cautamente ottimista circa il miglioramento delle condizioni di salute della paziente di Sciacca ricoverata per Covid-19: il medico 49enne che lavora all'ospedale "Giovanni Paolo II". Oggi verrà effettuato il primo tampone utile alla valutazione pre-dimissione. L'eventuale secondo tampone dopo 24/48 ore.

Coronavirus, primo caso in provincia: positivo al tampone un medico di Sciacca, campione inviato allo Spallanzani


 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

La provincia sempre più digitale, rilasciate 100 mila identità Spid

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

AgrigentoNotizie è in caricamento